ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze News scientifiche Gli scienziati spiegano le caratteristiche di un'onda tsunami nel Super Tifone Haiyang. VIDEO

News scientifiche

Gli scienziati spiegano le caratteristiche di un'onda tsunami nel Super Tifone Haiyang. VIDEO

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Il Super Tifone "Haiyang" è costato la vita a più di 6.000 persone nelle Filippine.

tsunamiI residenti e ed esperti hanno notato che in alcune parti delle Filippine le onde raggiungono un'altezza di 5 metri e la distruzione della zona costiera è caratteristica di uno tsunami.

Gli scienziati Volker Reber e Jeremy Bricker dell'International Research Institute of Disaster Science (IRIDeS) della Tohoku University a Sendai, Giappone, hanno visto che le onde di tipo tsnami possono provenire da tempeste intense, indipendentemente da terremoti o frane. Secondo Volker Roeber e Jeremy D. Bricker, sistemi di tempeste massicce possono provocare onde di tipo tsunami devastanti. E' successo durante il tifone Haiyan che colpì le Filippine nel novembre 2013. Il tifone Haiyan è stato uno dei più forti tifoni mai registrati che ha provocato oltre 6.000 vittime. Un operaio ha ripreso un  video in cui un'onda devastò parti di un piccolo villaggio di pescatori. L'onda ha spazzato intere case ed ha ricordato le onde dello tsunami che hanno seguito il Great East Japan Earthquake nel 2011.

Roeber Bricker, studiano il video e le caratteristiche di questo fenomeno, ha trovato una sorprendentemente semplice spiegazione che ha definito "surf beat." Come le onde si propagano in mare aperto, la loro lunghezza d'onda determina la velocità di propagazione. Onde più lunghe sorpassano quelle più piccole e la  sovrapposizione porta alla formazione di gruppi di onde spesso denominate "set". I gruppi d'onda possono essere considerati come un componente addizionale incorporata nello stato del mare e vincolata dalle onde di tempesta. Al largo della zona di rottura delle onde la componente di un'onda lunga non è direttamente visibile perché è molto lunga e sovrapposta alle altre onde corte. "Il gruppo di onde può avere lunghezze d'onda di molti chilometri ma la loro altezza è molto inferiore a quella di tempesta individuale sovratensioni. Questo è simile a quello che caratterizza uno tsunami alla riva", ha detto Roeber.

tsunamiCome le onde si avvicinano a gruppi in zone poco profonde si rompono e trasporto acqua a terra. Pertanto, il livello dell'acqua accumulata vibra con gruppi di onde. Questo è quello che viene chiamato il "surf beat" e può essere osservato in molte spiagge di tutto il mondo. Mentre un surf beat è di solito innocuo e passa inosservato ha avuto un impatto devastante sulla città di Hernani durante il tifone Haiyan. Ciò che è più sorprendente è che Hernani era dietro una scogliera situata a 500 metri dalla riva che avrebbe dovuto proteggerlo. "Ma durante Haiyan  sembra essere accaduto il contrario," hanno spiegato i ricercatori.

Si è constatato che la pendenza della barriera conduce al mare aperto permettendo solo una breve zona di rottura dell'onda. Quando le onde si infrangono dissipano energia. Ma sulla scogliera ripida, il processo di rottura principalmente viene influenzato da onde di tempesta corte. Tuttavia, il gruppo di onde lunghe, che formano il ritmo di surf, sono stati in grado di mantenere quasi tutta la loro energia. Queste onde si propogarono liberamente sulla scogliera piatta accentuandosi sulla spiaggia in una ondata di rottura tumultuosa che distrusse la diga nella città e molte case alle spalle. "Abbiamo calcolato l'onda dello tsunami con i nostri modelli digitali e abbiamo trovato che la sua energia per essere molto simile alle onde di tsunami del passato nel Pacifico", ha detto Roeber.

Inoltre, i ricercatori dicono l'onda Hernani non era lo scenario peggiore. Se il periodo delle onde del gruppo era in sincronia  con il naturale periodo di oscillazione della barriera  l'onda si sarebbe amplificata a causa della risonanza e sarebbe potuta essere ancora più distruttiva. Questo scenario si sarebbe verificato se la barriera fosse stata di circa la metà della larghezza.

Come dimostrato dal  tifone Haiyan ha mostrato, le tempeste tropicali, non solo causano devastazioni a causa di forti venti. Nelle zone costiere possono esserci anche gravi inondazioni da mareggiate.  Una tempesta può inondare le zone costiere basse similmente a uno standard di altissima marea. In generale, le agenzie di gestione delle catastrofi determinano  il rischio di alluvione costiera sulla base dello studio di inondazioni da mareggiate. Nella maggior parte dei Paesi attualmente ciò viene fatto utilizzando modelli di computer. Tuttavia tali modelli convenzionali trascurano le dinamiche importanti di onde singole di tempesta che sono  spiegazione più plausibile per la distruzione a Hernani. I due ricercatori ritengono quindi che è anche necessario utilizzare una nuova generazione di modelli che risolvono singole onde ai fini della riduzione dei rischi. "Abbiamo sviluppato strumenti digitali specifici e potenti che sono in grado di calcolare queste onde pericolose tipo tsunami", ha detto Roeber. Le mappe delle alluvioni per le comunità costiere riparate dalle  barriere dovrebbero essere rivalutate. Questo include molte isole alle latitudini tropicali e subtropicali che hanno sperimentato tempeste in passato, come Okinawa e le Hawaii.

A.T.

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam