Back Sei qui: Homepage Sismologia Sismologia Terremoti in Italia Dallo spazio rivelato campo di deformazione originato dal terremoto del 30 ottobre

Terremoti in Italia

Dallo spazio rivelato campo di deformazione originato dal terremoto del 30 ottobre

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Il sisma ha deformato complessivamente una zona estesa 1.100 chilometri quadrati


Vertical displacementNuove informazioni sugli effetti del terremoto del 30 ottobre 2016 che ha colpito l'Italia centrale continua ad emergere man mano che gli scienziati analizzano le scansioni radar dei satelliti.

Utilizzando immagini radar dai satelliti Sentinel-1 del Programma Europeo Copernicus, gli esperti italiani hanno identificato significativi spostamenti est-ovest del terreno nella zona colpita dal terremoto. Uno spostamento verso est di circa 40 cm è stato mappato in prossimità di Montegallo, mentre uno spostamento verso ovest di circa 30 cm è centrato nella zona di Norcia.

E' evidente anche uno spostamento verticale con la terra che affonda di ben 60 cm intorno a Castelluccio ma in aumento di circa 12 cm intorno Norcia. Il team di scienziati dell'Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell'Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche e l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha confrontato le scansioni radar presa prima e dopo l'evento per mapparne i cambiamenti.

Il team ha beneficiato dei due satelliti Sentinel-1 del programma Copernico dell'Europa. Mentre Copernico è guidato dalla Commissione Europea, l'ESA è responsabile dello sviluppo dei satelliti e gestisce Sentinel-1. Sentinel-1 non è l'unico satellite che fornisce informazioni su questo recente terremoto. Gli scienziati fanno anche affidamento su satelliti Cosmo-SkyMed dell'Agenzia Spaziale Italiana così come le immagini satellitari da altre agenzie spaziali.

Sentinel1

Nelle immagini qui sopra sono evidenziati i risultati delle analisi realizzate con dati Sentinel-1 del Programma Copernicus: in alto sono riportate le due mappe di deformazione co-sismica (nelle linee di vista del radar), ottenute da orbite ascendenti (pannello A) e discendenti (pannello B) con la tecnica dell'interferometria radar differenziale, a partire dai dati radar Sentinel-1 acquisiti il 26/10/2016 (immagini pre-evento) ed il 01/11/2016 (immagini post-evento); in basso sono mostrate le mappe delle componenti est-ovest (pannello C) e verticale (pannello D) delle deformazioni superficiali, ottenute sfruttando congiuntamente i passaggi ascendenti (Sud-Nord) e discendenti (Nord-Sud). La stella rossa rappresenta l’epicentro del terremoto del 30 ottobre 2016, quelle bianche gli epicentri degli eventi del 24 agosto e del 26 ottobre 2016.

A.T.

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam