ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Astronomia Una tempesta infuria sulla stella W1906 + 40

Astronomia

Una tempesta infuria sulla stella W1906 + 40

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Ricorda la Grande Macchia Rossa di Giove.


cool starQuesta stella è stata notata dal NASA Wide-field Infrared Survey Explorer (o WISE) nel 2011.

L'autore dello studio, John Gizis, dell'Università del Delaware, Newark e colleghi hanno poi guardato attraverso i dati di Keplero della NASA per esaminarla ulteriormente. Utilizzando tali dati provenienti dai telescopi spaziali della NASA Spitzer e Keplero, gli scienziati hanno infatti scoperto una longeva tempesta su una stella nana fredda che ricorda la Grande Macchia Rossa di Giove.

La stella di nome W1906 + 40, che si trova a circa 53 anni luce di distanza nella costellazione della Lira, appartiene ad una classe termicamente fredda di oggetti, i cosiddetti L-nani. Alcuni di questi oggetti sono considerati stelle a causa della loro capacità di fondere gli atomi e generare luce, mentre le "stelle mancate" o nane brune non hanno questa capacità.

W1906 + 40 è considerata una stella, in base alla sua età stimata. Si tratta di una stella relativamente fredda con temperature di superficie che raggiungono circa 2.200 gradi Kelvin (3.500 ° F). Nonostante i numeri, la stella è in realtà abbastanza fredda per essere in grado di produrre nubi nella sua atmosfera.

Tali tempeste solitamente sono presenti nei pianeti, tuttavia, W1906 + 40 mostra che anche le stelle sono in grado di creare tali caratteristiche. Gli scienziati hanno scoperto la sua presenza osservando i cambiamenti che si verificano nella luce della stella nel corso del tempo. Le osservazioni con Spitzer, che rileva la luce infrarossa, hanno rivelato che la macchia scura era una colossale tempesta di nubi con un diametro che può contenere tre Terre.  Misurazioni a infrarossi di Spitzer a due lunghezze d'onda infrarosse hanno sondato diversi strati dell'atmosfera e, insieme ai dati nella luce visibile di Keplero, hanno rivelato la presenza della tempesta. Questa tempesta si trova in prossimità del polo nord stellare e compie un viaggio intorno alla superficie stellare approssimativamente ogni nove ore.

Mentre questa tempesta ha un aspetto diverso se visto a varie lunghezze d'onda, gli astronomi spiegano che se potessimo in qualche modo viaggiare lì su una nave stellare, essa sarebbe simile a un segno scuro nella parte superiore polare della stella. I ricercatori ritengono che la tempesta così intensa dura da almeno due anni, una stabilità che è davvero sorprendente!

cool star

Ali Dorate

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam