ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Meteo Italia Meteo Italia Meteo Storia Italia: eventi meteo rimasti negli annali Quando la furia del vento si scatena in modo incontrollato e improvviso: Roma 12 ottobre 2009

Meteo Storia Italia: eventi meteo rimasti negli annali

Quando la furia del vento si scatena in modo incontrollato e improvviso: Roma 12 ottobre 2009

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

12 ottEsattamente 3 anni fa la città di Roma si è trovata ad assistere ad una fase di severe weather inquietante e piuttosto forte e duratura (anche se il fenomeno che sto per descrivere è durato non più di 20-30 minuti).

{module [461]}Quel pomeriggio del 12 ottobre 2009 ero a casa mia, ignaro di ciò che stava per arrivare e in quel momento intento a non occuparmi a monitorare la situazione meteorologica. Il cielo si scurisce in breve tempo ma non sembrava un temporale imminente. Mentre ero al telefono, nel giro di appena 20-30 secondi si sente un rumore fortissimo da fuori: venti furiosi come pochissime volte ho visto o sentito in vita mia si stanno abbattendo sulla città. Ricordo come se fosse ieri il mio disappunto nel sentire le violentissime raffiche di vento che ululavano tra i palazzi, scatenandosi in tutta la loro forza, distruggendo, insinuandosi tra i vicoli e.. uccidendo.

In pochi secondi si vedono letteralmente vasi, piccoli oggetti, rami e alberi volare giù come niente, strappati dalla furia degli elementi, mentre un'atmosfera inquietante si diffonde nelle circostanze.

TORNADO!! TORNADO A ROMA!! Si sente qualcuno che urla da un terrazzo mentre le tende vengono lacerate e cadono rami di ogni tipo, vetri in frantumi e altri piccoli oggetti che non si sa dove vanno a finire. La mia modesta attrezzatura meteorologica è salva perché situata in una posizione riparata (e non corretta per la visualizzazione dei dati, fortunatamente questo dettaglio la salvò dalla distruzione) mentre il pluviometro manuale (un bicchiere tarato di circa 25 cm)viene strappato con forza e viene scaraventato sulla rampa del garage come se fosse una piuma.

In preda all'eccitazione, salgo sulla terrazza condominiale dove mi accolgono raffiche di vento potenzialmente letali: ricordo che non sono riuscito ad aprire la porta nei primi due tentativi, e che non appena ci sono riuscito, il vento mi ha portato via in un battibaleno, trascinandomi per diversi metri senza che io potessi reagire, ma arrivo ad aggrapparmi al corrimano e riesco a prendere l'equilibrio. Una volta tornato in assetto, ho la possibilità di scrutare il cielo: nubi nere e basse, ma nessun segno di tornado. Delusione, perché avrei desiderato vedere un piccolo cono, ma bisogna rendersi conto che con un fenomeno simile ci sarebbero andate di mezzo molte persone, e comunque ho assistito a un piccolo tornado mesociclonico su Roma recentemente, il 7 novembre 2011, durato pochi minuti e con nessun danno al seguito.

E' in arrivo una squall line organizzata, con una sospetta shelf cloud striata e con un muro di pioggia al seguito che mi prende di striscio (accumulo a circa 3-4 mm). Le raffiche di vento, così come erano venute, spariscono improvvisamente.

Tutti ci cominciamo ad interrogare sulla natura del fenomeno. Tornado(magari c'è stato ma non ho fatto in tempo a vederlo)? Tromba d'aria(che è la stessa cosa del tornado, sia ben chiaro!)? Downburst? Gust front? Ancora oggi non è ben chiaro cosa possa aver scatenato quella simile potenza, anche perchè la perturbazione non era ben organizzata, non c'era un elevato gradiente termico-barico orizzontale, non c'erano temporali così violenti nei paraggi...

Fatto sta che in zona SSE della città i danni sono stati pesanti: alberi abbattuti, lampioni e cartelli stradali divelti un albero e un palo della luce cadono su un auto, uccidendo una giovane cittadina romena che sedeva nella sua auto: aveva appena 22 anni. Numerosi i feriti, colpiti dagli oggetti lanciati dal vento con così tanta potenza. Le raffiche arrivano a sfiorare ovunque i 100-108 km/h, e cosa incredibile, non sono durate pochi secondi, ma INTERI MINUTI!

L'evento ha ancora un che di inquietante, affascinante, misterioso e tenebroso. Una simile furia degli elementi non me la sarei mai aspettata in quel momento e con quel cielo, fatto sta che mentre scrivo quest'articolo, ho ancora vivo in me il ricordo dei vetri infranti, dei rami che volano come schegge, del vento che mi trascina per metri senza che io possa opporre resistenza.

12 ott

Leonardo Orlandi mpi end{jacomment on}

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam