ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Clima Dibattito sul Clima Climoscurati: il "climapensiero libero" L'Oscillazione del Pacifico (PDO) probabile causa della Pausa (IATO) nella salita delle Temperature globali

Climoscurati: il "climapensiero libero"

L'Oscillazione del Pacifico (PDO) probabile causa della Pausa (IATO) nella salita delle Temperature globali

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

La causa dominante della "pausa" nella salita della temperatura globale si trova alle basse latitudini

1 PDO IATOIl Raffreddamento nei tropici, probabilmente legato a cicli di lungo termine del Pacifico, è la ragione principale per la cosiddetta pausa nel riscaldamento globale, secondo una nuova ricerca.

La pausa, o iato, è dovuta principalmente a causa di una relativamente piccola tendenza al raffreddamento alle basse latitudini, che domina una più grande tendenza al riscaldamento nell'Artico, secondo una nuova ricerca del Danish Meteorological Institute rapporto (DMI).

4 PDO IATO

La loro analisi, sulla base di un confronto dei dati della temperatura globale prima e durante la pausa, suggerisce anche che la pausa non è collegata con gli eventi di riscaldamento e raffreddamento dell'Oceano Pacifico dell'El Nino Southern Oscillation (ENSO), ma è invece legato all'evento a lungo termine della Pacific Decadal Oscillation (PDO), anche lei teleconnessione oceanica con fasi cicliche di riscaldamento e raffreddamento.

"Non abbiamo dimostrato che la PDO causa la pausa, ma la pausa è coerente con essa. La pausa è alle stesse latitudini," spiega l'autore principale della ricerca Hans Gleisner, del DMI.
Inoltre, la ricerca sembra non essere d'accordo con le conclusioni di una recente spiegazione di alto profilo per la pausa, presentata da Kevin Cowtan, dell'Università di York, e Robert Way, dell'Università di Ottawa. Cowtan e Way hanno analizzato i dati della temperatura globale, e hanno suggerito che la pausa è in atto a causa della mancanza di dati di campionamento nelle regioni polari, e in particolare nella regione artica, dove le temperature sono aumentate rapidamente.

2 PDO IATO

Gli autori del nuovo studio affermano che le "lacune di dati verso il polo non possono spiegare le differenze osservate tra la pausa e il periodo pre hiatus". Gleisner è attento a sottolineare che la questione delle lacune nei dati sono una parte del problema, ma non la parte principale. "Spiega una piccola parte della pausa, ma non può spiegare l'intera pausa".

I ricercatori hanno studiato la relazione tra temperatura e latitudine in un periodo durante la pausa tra il 2002 e il 2013, e confrontato questo con il periodo di pausa precedente tra il 1985 e il 1997. Hanno usato una combinazione di dati di temperatura superficiale e dati satellitari sulla temperatura atmosferica e la radio occultazione (RO), e i dati da sistemi globali di navigazione satellitare (GNSS), per il periodo della pausa.

3 PDO IATO

Hanno usato la temperatura della superficie dal set di dati HadCRUT 4 del Met Office britannico, e dati di temperatura atmosferica presso l'Università dell'Alabama a Huntsville (UAH) e sistemi di telerilevamento (RSS). I dati di temperatura dal satellite sono stati sottoposti a controlli incrociati con i dati della radio occultazione. I tre tipi di dati sono tutti coerenti : Il nuovo set di dati RO ha una copertura globale, e l'esistenza di una pausa in questi dati suggerisce che eventuali carenze non sono una causa dominante dello Hiatus. Tutti i tre tipi di dati mostrano un accordo globale su come le basse latitudini sono la regione di origine per la pausa del riscaldamento globale. Gli autori scrivono che "l'uso combinato di diversi set di dati indipendenti, che rappresentano tecniche di misurazione completamente diverse, rafforza le loro conclusioni".

1 PDO IATO

Gli scienziati sottolineano che a causa di una convergenza meridiana, il fatto che la superficie all'interno di ciascuna fascia di latitudine si riduce con l'aumentare della latitudine, significa che "il contributo del rapido riscaldamento delle regioni alle alte latitudini è solo marginale, sulle tendenze medie globali", nell'ordine di pochi centesimi di grado per decade, suggerendo che la pausa potrebbe essere "un risultato casuale di variabilità naturale".

Alla domanda se i dati forniti danno una comprensione della probabile durata della pausa, Gleisner ha risposto "No"...

Paolo Lui mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam