ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Sismologia Sismologia Terremoti nel mondo MAPPATURA del movimento di TERRA durante il terremoto Illapel.FOTO

Terremoti nel mondo

MAPPATURA del movimento di TERRA durante il terremoto Illapel.FOTO

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

I dettagli possono fornire informazioni importanti per capire meglio il processo di un terremoto.


chile gis 11Seduto lungo il bordo sud-est del Pacifico "Ring of Fire", il Cile non è estraneo a terremoti e tsunami.

Il terremoto più forte mai registrato si verificò nel 1960, e almeno tre "grandi" terremoti hanno colpito il Paese dal 2000. Il più recente si è verificato il 16 settembre 2015, quando un terremoto di magnitudo 8,3  ha colpito vicino alla costa di Cile centrale, lungo il confine della Nazca e le placche tettoniche del Sud America. Soprannominato il "terremoto Illapel", esso è durato almeno tre minuti ed ha innescato un'onda tsunami di circa 4,4 metri che ha allagato Coquimbo e altre zone costiere. Piccole onde dello tsunami hanno corso attraverso il Pacifico fino alle coste delle Hawaii e altre isole.

Il terremoto e lo tsunami hanno causato danni sostanziali in diverse città costiere cilene, e almeno 13 morti. Grazie a norme edilizie e ampie preparazione alle catastrofi  la perdita di vite umane e di proprietà  è stata inferiore rispetto ai più piccoli terremoti in tutto il mondo, come il Nepal o Haiti.

Le mappe in basso mostrano come la Terra si è mossa a metà settembre, come osservata dal Copernicus Sentinel-1A satellite (dell'European Space Agency) e riportato a terra dall'U.S. Geological Survey Sentinel-1A. Il satellite irradia segnali radio a terra e misura le riflessioni per determinare la distanza tra il terreno e il satellite. Confrontando le misurazioni effettuate il 24 agosto e il 17 settembre, Cunren Liang, Eric Fielding e altri ricercatori del Jet Propulsion Laboratory della NASA, sono stati in grado di determinare come la superficie terrestre si è spostata durante e dopo il terremoto.

chile gis

chile gis 11

Sia sul primo piano che nelle mappe ad ampia vista, la quantità di movimento della terra è rappresentata nelle tonalità dal giallo al viola. Le zone in cui il terreno si è spostato maggiormente (verticale, orizzontale, o entrambi) sono rappresentate in giallo, mentre le zone con pochi cambiamenti sono rappresentate in viola. I cerchi mostrano la posizione dei terremoti e le scosse di assestamento nei due giorni dopo il terremoto iniziale di magnitudo 8.3, come riportato dall'USGS National Earthquake Information Center. Terremoti più grandi sono rappresentati da cerchi più grandi.

La carta di base utilizza un modello digitale di elevazione e una mappa batimetrica che mostra i contorni della superficie terrestre e i fondali marini. Gli interferogrammi mostrano che la terra si è spostata fino a 1,4 metri in direzione via satellite (generalmente in senso verticale) vicino alla costa, e le prime stime del movimento orizzontale suggeriscono che esso è stato fino a 2 metri. Mentre il SAR può vedere attraverso le nuvole e il buio della notte. non si può vedere molto attraverso l'acqua. È probabile che gran parte della deformazione del suolo sia avvenuta sotto l'acqua, il che spiega la formazione dello tsunami e la posizione di molte scosse. "Il terremoto 2015 si è verificato lungo quasi la stessa parte della zona di subduzione di un evento precedente nel 1943, e quasi della stessa magnitudo",  ha osservato Fielding. "Questo significa che ci sono voluti 70 anni per costruire abbastanza stress nella zona di subduzione cilena per produrre un terremoto di tale intensità su ogni sezione della zona che percorre l'intera lunghezza del Cile".

A.T.

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam