ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze News scientifiche Nuova BANCA DATI delle inondazioni costiere nel Regno Unito

News scientifiche

Nuova BANCA DATI delle inondazioni costiere nel Regno Unito

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Utilizzando i dati meteorologici sono state identificate le grandi tempeste.

inondazioniregnounitoSi chiama SurgeWatch il nuovo database che gli scienziati hanno compilato e che raccoglie i dati relativi alle inondazioni costiere nel Regno Unito nel corso degli ultimi 100 anni.

Si spera possa fornire informazioni cruciali nel prevenire le future inondazioni. Esso contiene informazioni su 96 grandi tempeste tratte da registrazioni mareografiche(che registrano il livello del mare dal 1915) e  mostra i più alti livelli del mare, le tempeste e una descrizione delle inondazioni costiere che si sono verificate nel corso di ogni evento.

La banca dati, che è descritta nella rivista Scientific Data, è stata realizzata da un gruppo di ricercatori, guidato dall'Università di Southampton e i ricercatori del National Oceanography Centre and the British Oceanographic Data Centre.

regnounitoinondazioni


L'autore principale, il  Dr Ivan Haigh, docente di Oceanografia Costiera presso l'Università di Southampton, dice: "L'inverno del 2013/14 ha visto alcuni dei livelli del mare più estremi, onde e inondazioni costiere da diversi decenni, ricordandoci dei rischi reali e sempre presenti e le sfide che le comunità costiere del regno Unito devono affrontare oggi".

Questo database è uno strumento utile per gli ingegneri costieri e progettisti che si occupano di cambiamenti estremi del  livello dei mari. SurgeWatch è gratuito e accessibile a una vasta gamma di utenti, tra cui scienziati, ingegneri costieri, manager e progettisti. Il team mira a espandere e aggiornare il database appellandosi al  pubblico in generale che si spera possa fornire foto e informazioni utili.

Elizabeth Bradshaw, scienziato presso il Data Center britannico dice: "La stagione 2013/14 è stata insolita? Sì, moltissimo. Sette dei 96 eventi nel database si sono verificati durante la stagione 2013-14. Due degli eventi (5 e 6 Dicembre 2013 e 3 gennaio, 2014) sono classificati nella top ten, in termini di altezza del livello del mare. Entrambi questi eventi hanno assunto anche una posizione elevata in termini di impronte spaziali, vale a dire che essi hanno avuto un impatto molto esteso in tratti della costa del Regno Unito".

Quindi è di vitale importanza continuare ad  investire nelle difese costiere, nella previsione delle inondazioni e nel monitoraggio del livello del mare continuando ad aggiornare il database.

inondazioniregnounito

Ali Dorate

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam