ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze News scientifiche Ottobre 2014: Il Ghiaccio marino Artico dimostra la sua forte crescita Autunnale

News scientifiche

Ottobre 2014: Il Ghiaccio marino Artico dimostra la sua forte crescita Autunnale

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Un nuovo studio sul Ghiaccio marino artico e la Madden-Julian Oscillation

1 Ghiaccio marino ArticoIl Ghiaccio marino artico è cresciuto con forza per tutto il mese di Ottobre e in questo inizio di novembre, secondo i dati della US National Snow and Ice Data Center (NSIDC). I Dati giornalieri sulla estensione del ghiaccio marino artico dimostrano che la zona di mare coperta da ghiaccio marino sta crescendo più forte rispetto agli ultimi anni.

Il 3 novembre il ghiaccio marino mostra una estensione di 9,7 milioni di chilometri quadrati, la più alta per questo giorno dal 2001. L'estensione del ghiaccio marino artico per ottobre 2014 è stata di 8,06 milioni di chilometri quadrati.

2 Ghiaccio marino Artico

5 Ghiaccio marino Artico

Il grafico seguente a sinistra (clicca ed espandi) mostra l'estensione del ghiaccio marino artico a partire dal 3 novembre 2014, insieme ai dati di misurazione del ghiaccio giornalieri per i quattro anni precedenti. Il 2014 è mostrato in blu, verde il 2013, il 2012 in arancione, il 2011 in marrone, e il 2010 in viola. La media 1981-2010 è di colore grigio scuro.

3 Ghiaccio marino ArticoI dati seguenti mostrano che la misura media del ghiaccio marino nel mese di ottobre è stata la sesta più bassa da quando esistono i rilevamenti satellitari, ma significativamente al di sopra dei livelli osservati nei minimi storici degli ultimi anni. I dati di ottobre fanno seguito al minimo annuo del ghiaccio marino artico nel mese di settembre, considerevolmente al di sopra dei bassi livelli del 2012 e del 2007.

4 Ghiaccio marino Artico

 

1 Ghiaccio marino Artico

Ghiaccio marino artico e la Madden-Julian Oscillation

Un nuovo studio esamina l'impatto di una modalità diversa di grande variabilità atmosferica, la Madden-Julian Oscillation, che sembra influenzare la copertura di ghiaccio su una scala temporale da 30 a 90 giorni.

6 Ghiaccio marino Artico

La Madden-Julian Oscillation è determinata principalmente per convezione nei tropici, ma provoca cambiamenti nella circolazione atmosferica che hanno un impatto alle alte latitudini. L'impatto sul ghiaccio marino è risultato essere più forte durante la stagione invernale che in estate. Ha colpito sia il settore del Pacifico che dell'Atlantico, e si è limitato alla zona di ghiaccio marginale. L'impatto sul ghiaccio del mare varia anche a livello regionale, spesso mostrando effetti opposti, come ad esempio tra i mari di Barents e la Groenlandia in inverno.

Paolo Lui mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam