ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze News scientifiche RainCars: utilizzare le auto in movimento per misurare la pioggia

News scientifiche

RainCars: utilizzare le auto in movimento per misurare la pioggia

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Potrebbero sensori in auto un giorno soppiantare i pluviometri scientifici?

1 RainCarsLe misurazioni delle precipitazioni accurate e tempestive sono fondamentali per la progettazione di sistemi di drenaggio, dighe e altre infrastrutture moderne. Ma i pluviometri sono spesso troppo poco diffusi per fornire la necessaria copertura nelle regioni densamente popolate.

In alcune parti della Germania, per esempio, gli indicatori attrezzati per fare le letture orarie sono particolarmente scarse, solo una per 1.800 chilometri quadrati.

1 RainCars

Per contribuire a colmare le lacune, ricercatori presso l'Università Leibniz di Hannover stanno sviluppando un'idea che chiamano "RainCars", ovvero l'utilizzo delle auto in movimento per misurare la pioggia.

Ehsan Rabiei e Uwe Haberlandt , che di recente hanno descritto i progressi della tecnologia in uno studio (PDF) sulla rivista Idrologia e Scienze della Terra, hanno prima testato l'idea usando una macchina ferma, che hanno sottoposto a "pioggia" con un simulatore apposito. Quando il parabrezza anteriore era coperto con acqua, una persona seduta all'interno della vettura ha regolato la velocità dei tergicristalli in modo da garantire la visibilità dal parabrezza anteriore. In questo modo, la velocità dei tergicristalli è un indicatore della quantità di acqua raccolta sulla vettura, dice l'autore Rabiei.

Ma, con un essere umano che controlla i tergicristalli, l'utilizzo della velocità dei tergicristalli "come un indicatore" si è rivelato inadeguato a misurare con precisione quanta pioggia cadeva.

2 RainCars

Così, il gruppo di ricerca ha dotato la macchina con sensori ottici che regolavano automaticamente la velocità dei tergicristalli secondo la quantità di pioggia accumulata sul sensore, con un dispositivo che ha registrato i dati inviati dal sensore. Utilizzando lo stesso simulatore di pioggia, il team ha scoperto che le letture con i sensori ottici hanno dato loro  misurazioni delle precipitazioni più accurate.

3 RainCars

Poi, hanno considerato la velocità delle auto in corsa. "Se piove (in maniera continua) nel corso di un certo periodo di tempo, con le auto in movimento si ricevono più gocce d'acqua rispetto a quelle ferme, il che porterebbe alla sovrastima della pioggia", spiega Rabiei. Per regolare questo effetto velocità, i ricercatori hanno testato i sensori ottici che sono stati installati su un simulatore di velocità dell'auto, un dispositivo a forma di banderuola. Mentre roteava, il simulatore raccoglieva la pioggia che scendeva ad una velocità paragonabile a quella di una macchina in movimento.

4 RainCars

Come sottolinea Rabiei, gli esperimenti di laboratorio sono ben lontani da auto in movimento nel mondo reale, dove il traffico e le altre condizioni della strada possono confondere la precisione delle letture della pioggia. Eppure, dice, la ricerca precedente dimostra che le stime delle precipitazioni sulla base di abbondanti, anche se meno precise misure, fornirebbero un quadro più preciso di pioggia su una vasta area rispetto alle misure adottate dai relativamente pochi sofisticati pluviometri. Inoltre, molte auto moderne sono già realizzate con sensori ottici che regolano automaticamente la velocità del tergicristallo in base alle precipitazioni.

Considerando che tali sensori possono fornire letture ogni 10 secondi, e che la Germania ha più di 40 milioni di automobili e 75.000 autobus sulle sue strade, i veicoli moderni potrebbero fornire quantità senza precedenti di dati sulla pioggia. Molti automobilisti probabilmente si rifiuterebbero di partecipare a tali studi per problemi di privacy, come i loro sistemi GPS che spesso segnalerebbero la loro posizione. Ma autobus e taxi potrebbero essere buone opzioni.

La squadra di Rabiei, tuttavia, sta continuando ad esplorare la fattibilità delle RainCars un passo alla volta. Finora, hanno dotato 12 vetture con sensori ottici per misurare le precipitazioni per le strade. Quindi, "dobbiamo trovare società (auto) e persone che sono disposte a collaborare con noi", Conclude il ricercatore.

PS:in Italia non credo che potremmo mai aspirare a questo, visto il livello delle nostre istituzioni in tutti gli altri campi sociali...

Paolo Lui mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam