ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Geologia, Ecologia e critica ambientale Smog e nebbia continuano ad assediare Pechino. Vista satellitare

Geologia, Ecologia e critica ambientale

Smog e nebbia continuano ad assediare Pechino. Vista satellitare

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Molti incidenti sulle strade e le principali autostrade che portano alla capitale.


china vir 2015334Mentre i leader mondiali convergono a Parigi per una conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico, i residenti di Pechino e altre città della Cina orientale stanno vivendo da diversi giorni l'inquinamento più grave dell'aria che la nazione ha visto in questo  2015.

Le autorità cinesi hanno emesso un allarme per l’inquinamento atmosferico di color arancione, il secondo più alto livello su una scala di quattro livelli di allarme.

Il Visible Infrared Imaging Radiometer Suite (VIIRS) sul satellite Suomi NPP ha acquisito questa immagine del nord-est della Cina il 30 novembre 2015. L'immagine mostra vasta foschia, nuvole basse e la nebbia sopra la regione. Le aree più chiare sono le nuvole o nebbia che hanno riflessi di grigio o giallo a causa dell'inquinamento dell'aria. Altre zone sgombre dalla nuvole hanno una cappa di foschia grigia che maggiormente nasconde le città. Nelle zone in cui il terreno è visibile si possono vedere alcuni paesaggi  coperti di neve. La foschia si è estesa a sud-ovest di Pechino per centinaia di chilometri ed è stata particolarmente densa nelle aree basse nella Pianura di Guanzhong.

china vir 2015334


Il giorno in cui il  VIIRS ha acquisito l'immagine  il livello delle particelle inquinanti PM2,5 ha raggiunto un picco di 600 microgrammi per metro cubo. Le particelle sospese nell'aria di PM più piccole di 2,5 micron (circa un trentesimo della larghezza di un capello umano) sono considerate pericolose perché abbastanza piccole da entrare nei polmoni umani. La maggior parte delle particelle di PM 2,5 derivano dalla combustione di combustibili fossili e biomasse. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che i livelli di PM 2.5 devono essere al di sotto di 25.

Focolai di smog simili si verificano generalmente durante l'inverno a causa delle inversioni di temperatura. Aria normalmente si raffredda con l'altitudine, ma durante un'inversione di aria calda si deposita sopra uno strato di aria fredda in prossimità della superficie. L'aria calda agisce come un coperchio e trappole inquinanti vicino alla superficie, soprattutto nelle conche e nelle vallate. Molte delle particelle derivano da solfati  prodotti dalla combustione di carbone. La metà settentrionale del Paese utilizza il carbone ampiamente per produrre calore in inverno negli edifici. Oltre a rilasciare biossido di carbonio, le stufe a carbone emettono anidride solforosa. I solfati causano problemi di salute e le piogge acide ma le particelle riflettono la radiazione solare. Questo significa che hanno un effetto di raffreddamento sul clima della Terra. Focolai di inquinamento ricchi di solfato sono un danno enorme  per la salute umana. 

Ali Dorate

 

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam