ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Climatologia Il Clima delle Alpi centrali nel corso degli ultimi 10.000 anni: Precipitazioni, inondazioni e l'Attività Solare...

Climatologia

Il Clima delle Alpi centrali nel corso degli ultimi 10.000 anni: Precipitazioni, inondazioni e l'Attività Solare...

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Un altro meccanismo di amplificazione con cui il Sole controlla il clima

1 11 ottobre 2013 Il Clima delle AlpiPubblicato in Quaternary Science Reviews, lo studio ricostruisce il clima delle Alpi centrali nel corso degli ultimi 10.000 anni, e trova che le precipitazioni e le inondazioni sono state guidate da cambiamenti dell'attività solare. Gli autori propongono variazioni dell'attività solare e insolazione come causa dell'ampliamento e il restringimento della cella di Hadley, e l'influenza sull'Oscillazione del Nord Atlantico (NAO) e la zona di convergenza intertropicale (ITCZ).

Il documento, si aggiunge a molte altre pubblicazioni che trovano meccanismi di amplificazione solari, da cui le piccole variazioni nell'attività solare hanno grandi effetti sul clima. Gli autori trovano anche che inondazioni e forti precipitazioni erano più comuni durante i periodi freddi, come la piccola era glaciale (PEG), che durante i periodi caldi, come il periodo caldo medievale, l'opposto di quel che attualmente si pensa, cioè che il riscaldamento aumenta le precipitazioni e le inondazioni sono causate da un aumento del vapore acqueo atmosferico.

Frequenza delle piene Oloceniche attraverso le Alpi centrali : Forcing solare e prove per le variazioni nella circolazione atmosferica del Nord Atlantico (PDF).

• I sedimenti lacustri sono un archivio terrestre prezioso per eventi alluvionali passati.

• L'Alta frequenza di inondazioni nelle Alpi è guidata da una bassa attività solare.

• Allargamento / restringimento della cella di Hadley porta condizioni di asciutto / bagnato per le Alpi.

• Sud/Alpina frequenza delle piene indica i cambiamenti in un modello paleo/NAO.

• Frequenti inondazioni Sud/alpine suggeriscono una posizione a sud della circolazione Nord Atlantica.

Secondo gli autori: "Abbiamo scoperto che la frequenza delle piene era più alta durante i periodi freddi, in concomitanza con livelli bassi di attività solare. Inoltre, la periodicità nell'occorrenza di alluvioni, si osservano anche nelle ricostruzioni dell'attività solare da ricostruzioni temporali da Proxy 14C e 10Be (2500-3000, 900-1200, e anche negli anni 710, 500, 350, 208 (ciclo Suess), 150, 104 e 87 (ciclo Gleissberg)). Come meccanismo atmosferico, proponiamo una espansione / contrazione della cella di Hadley con crescente / diminuzione della temperatura dell'aria, causanti condizioni di asciutto / bagnato in Europa centrale durante le fasi di alta / bassa attività solare. Inoltre, le differenze tra i modelli di inondazione dalle Alpi del Nord e le Alpi meridionali indicano cambiamenti nella circolazione del Nord Atlantico. "

2 11 ottobre 2013 Il Clima delle Alpi

"Un maggiore verificarsi di inondazioni nel Sud rispetto al Nord, suggerisce una pronunciata posizione verso sud dei venti occidentali e / o un blocco a nord, sul nord Atlantico, quindi simile a uno stato negativo della NAO (più distinto da 4,2/2,4 mila anni BP, e durante la piccola era glaciale). L'Attività alluvionale sud-alpina prevede quindi una datazione qualitativa delle variazioni di un modello di paleo NAO durante l'Olocene. Inoltre, l'aumento dell'attività alluvionale Sud Alpina contrasta con le scarse precipitazioni tropicali dell'America Centrale (Cariaco Basin) su scala temporale Olocenica e centenaria. Questa osservazione è coerente con una migrazione Olocenica verso sud del sistema di circolazione atlantica, e quindi dell'ITCZ ( zona di convergenza intertropicale ), guidata da una diminuzione dell'insolazione estiva nell'emisfero settentrionale, così come le fluttuazioni a breve termine probabilmente guidate dall'attività solare.

3 11 ottobre 2013 Il Clima delle Alpi


Fig. 1. Ricostruzione temporale delle inondazioni per il Nord e Sud delle Alpi da misurazioni nelle stratificazioni degli ultimi 10 mila anni (a), e gli ultimi 2 mila anni (b). Entrambe le rappresentazioni mostrano una forte decennale fluttuazione su scala millenaria nelle attività alluvionali. In a), le zone grigie e le frecce grigie indicano i periodi di maggiore attività alluvionale. In b), importanti periodi storici e climatici caratterizzati da piuttosto alta / bassa incidenza delle inondazioni sono contrassegnati con aree scure / chiare. LIA: Little Ice Age, MCA: Anomalia climatica medievale; MP: periodo di migrazione; RE: Impero Romano.

4 11 ottobre 2013 Il Clima delle Alpi

Fig. 2 Confronto tra la ricostruzione alluvionale alpina e i dati che riflettono la forzante solare, così come altri dati dai proxy climatici e ricostruzioni: a) 30 ° N, insolazione estiva (Berger e Loutre, 1991); (b) eventi freddi Olocenici riportati da  Wanner et al. (2011) (barre grigie) e (c) Bond et al. (1997) (con i numeri 0-6), d) variazioni del TSI ( Steinhilber et al, 2009. ); attività alluvione nel (e) N/Alpi e (f ) S/Alpi, a destra: La freccia indica lo stato della NAO sulla base di frequenza delle piene S/alpine; g) i progressi globali dei ghiacciai ( Denton e Karlen, 1973 ), h) ricostruzione NAO dalla Groenlandia ( Olsen et al, 2012. ), i) ricostruzione delle precipitazioni dal Cariaco Basin ( Haug et al, 2001. ); j)  ricostruzioni NAO che coprono gli ultimi 1000 anni ( Trouet et al, 2009. ); k) le concentrazioni ssNa derivate dal nucleo di ghiaccio GISP2 ( 56 e 57 ), l)  ricostruzione delle tempeste (0-1) del NE/Stati Uniti ( Noren et al, 2002. ). le frecce grigie e Ombreggiate indicano i periodi di maggiore attività alluvionali nel regno alpino. Le frecce blu indicano periodi nel N/Alpi che mostrano una attività alluvionale opposta rispetto al S/Alpi. L'attività di inondazioni elevata nel S/Alpi è un indicatore di un sistema di circolazione atlantica posizionata più a sud, e una tendenza alla riduzione dell'indice NAO.

5 11 ottobre 2013 Il Clima delle Alpi

 

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam