ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Analisi Monitoraggio & Analisi modelli Monitoraggio eventi meteo Torna L'INSTABILITA' a metà della prossima settimana. DETTAGLI

Monitoraggio eventi meteo

Torna L'INSTABILITA' a metà della prossima settimana. DETTAGLI

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Verremo lambiti da un nucleo d'aria fresca nord-atlantica.

hnrhnr-compressedTutto (o quasi) il tempo sul Continente europeo è dominato da quella vasta goccia fredda oceanica isolatasi, negli ultimi due-tre giorni, tra Francia occidentale e Penisola Iberica. Il flusso umido ad essa collegato sta portando una fase di marcata instabilità soprattutto al Nord Italia, mentre allo stesso tempo continua ad esaltare la risalita di masse d'aria africana in direzione del Centro Sud.

E' uno schema sinottico, questo, che si protrarrà anche all'inizio della nuova settimana, quella che da un punto di vista meteo-climatico darà la svolta sullo scenario meteorologico italico. Ne parleremo a breve. Intanto, tra oggi (13 Giugno) e la giornata di lunedì (15 giuno) rovesci e temporali continueranno a bersagliare parte dell'estremo Settentrione, risultando particolarmente intensi soprattutto sul Nord Ovest, sulle Alpi e su tutto il settore prealpino.

Contemporaneamente, al Sud, insisterà l'ondata di calore iniziata 24 ore fa. Qui le temperature continueranno a mantenersi elevate, superiori ai +35/+36°C, con apice del caldo individuabile proprio tra domani e la giornata di lunedì. Flessione termica, invece, per quanto concerne il Centro, ove già da domani le temperature tenderanno ad abbassarsi.hnrhnr-compressed

A metà della prossima settimana la svolta: nella notte su martedì 16 la goccia fredda iberica (oramai indebolitasi) inizierà lentamente a spostarsi verso levante, attraversando il nostro Paese nelle successive 24 ore (mercoledì 17). Questa dinamica configurativa verrà generata, altresì, dal rinforzo dell'anticiclone delle Azzorre in pieno Atlantico, che si estenderà dapprima verso le Isole Britanniche e poi, successivamente, verso Francia, Germania e Nord Italia.

Ne conseguirà, in tal modo, una brusca destabilizzazione delle condizioni meteorologiche, con forti temporali che dal Centro Nord si estenderanno, gradualmente, anche al resto dello Stivale. Tra mercoledì e giovedì (e qui ci colleghiamo alla cartina in allegato) ciò che rimane della suddetta goccia fredda si sposterà verso i Balcani, richiamando ulteriore aria fresca in discesa dalla Scandinavia. Punterà il Centro Sud dell'Italia e, oltre a scatenare qua e là una marcata instabilità, darà anche luogo ad un brusco calo delle temperature, probabilmente avvertibile in forma maggiore soprattutto tra Sud e lato Adriatico (ci torneremo).

A seguire (ma qui siamo già nel campo delle ipotesi) pare probabile un miglioramento deciso nel successivo week end, causa il rinforzo ulteriore del campo altopressorio azzorriano. Per l'ultima decade di giugno, infine, non si escludono ulteriori interferenze fresche scandinave, ma avremo certamente modo e tempo di parlarne quando avremo maggiori elementi a nostra disposizione.

hnrhnr-compressed

Rinaldo Cilli

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam