ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Analisi Monitoraggio & Analisi modelli Analisi Meteorologica Prospettive prima quindicina di giugno. Partirà l'estate? L'analisi!!!

Analisi Meteorologica

Prospettive prima quindicina di giugno. Partirà l'estate? L'analisi!!!

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

strato 100 hPa 18 maggioLe premesse fatte nell'articolo del 21 aprile sulle prospettive meteorologiche del mese di maggio sono state pienamente rispettate, con gli scambi meridiani protagonisti assoluti ormai da diversi giorni. Gli sbalzi termici sono stati notevoli e i periodi di stabilità relativamente brevi. Non me ne vogliamo i grandi di questo settore, ma le analisi sul lungo termine con tanto di spiegazione, entrando nei particolari, redatte dal sottoscritto difficilmente si trovano nei grandi siti meteorologici nazionali.

Meteoportaleitalia sta crescendo grazie anche a questi editoriali che seppur di difficile lettura evidenziano una qualità elevata nell'esposizione della materia in esame. Dopo questa piccola parentesi , analizzerò in questo editoriale le prospettive sino alla prima quindicina del mese di giugno. Molti si staranno chiedendo che fine abbia fatto la bella stagione essendo ormai a 12 giorni dall'inizio dell'estate meteorologica che parte il 1 giugno.

Le risposte sono semplici e vi rimandano ancora all'articolo redatto il 21 aprile leggi qui. Proiettandoci più avanti e tralasciando in parte il restante mese di maggio andrò a stilare una tendenza più o meno attendibile considerando la mappa stratosferica a 100 hPa riferita alle 240 ore, le SSTA, la MJO e infine l'ITCZ.

Mjo grafico 18 maggioCome vedremo tutti e quattro questi fattori stanno virando verso un'unica soluzione mostrando un notevole collegamento tra di loro. Partendo dalla MJO, Madden e Jullian Oscillation, per ulteriori approfondimenti didattici leggi qui, si presenta ancora persistente tra la fase 7-8 seppur debole. Le conseguente di questo indice comportano un aumento dei geopotenziali sul comparto russo e una diminuzione delle acque superficiali dell'Atlantico meridionali; ben visibile dal grafico in allegato, dove nella fase 7-8, si nota chiaramente dalle frecce l'aria calda che sale verso l'est europeo e quella fredda che si dirige verso il Pacifico orientale con risvolti a livello di temperature e geopotenziali nell'Atlantico meridionale.

MJO 17 maggioLa convenzione pacifica quindi recherà nuovi disturbi al Vortice Polare, da un lato per la forzante calda sul comparto russo dall'altra per il flusso freddo delle acque dirette verso le zone meridionali atlantiche che come risposta avrà un aumento dei geopotenziali sul comparto occidentale del Mediterraneo e sul comparto delle Azzorre. Con molta probabilità quindi troveremo l'ITCZ  nel prossimo aggiornamento, sopra la media nel comparto occidentale. La mappa stratosferica appare come una risultante dei fattori descritti. Le SSTA reagiranno con l'aumento dell'anomalia positiva delle acque superficiali sul settore tra Spagna, Portogallo e Nord-Africa con coinvolgimento in parte del Mediterraneo occidentale.

Da non sottovalutare l'anomalia negativa sul Golfo del Leone che potrebbe spianare la strada a circolazioni secondarie orientali in entrata dal Rodano. In conclusione vivremo una fase caratterizzata da un'aumento delle temperature su valori in media con il periodo, più caldo possibile sulla Sardegna e regioni tirreniche per bolla africana posizionata sulla Spagna, mentre in quota la circolazione sarà prevalentemente orientale. Il contrasto termico porterà alla formazione di temporali specie su Alpi, zone interne e appenniniche nelle ore pomeridiane.

SSTADa valutare quanto la posizione della bolla africana sarà orientale e l'influenza della forzante pacifica, per determinare la traiettoria più o meno occidentale delle gocce fredde retrograde. In base a questi fattori capiremo se avremo un'interessamento della convettività temporalesca più o meno marcata, anche nelle aree pianeggianti.

Attenzione se prevarrà in maniera forte la circolazione orientale a oggi l'ipotesi più plausibile, vivremo fasi perturbate temporalesche con temperature in leggero sottomedia. L'estate proverà a partire ma lo farà con il freno a mano tirato.

strato 100 hPa 18 maggio

Vincenzo Ficco mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam