ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Temporali & Co Temporali & Co Didattica temporali " Da te diluvia " e " da me c'è il sole"

Didattica temporali

" Da te diluvia " e " da me c'è il sole"

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

La didattica dei temporali pomeridiani.

1 1Vi sieta mai chiesti perchè molte volte specialmente nelle ore pomeridiane in alcune zone si vengono a generare dei temporali e in altre, magari a solo 1km di distanza, o c'è il sole, o è solo bagnato l'asfalto?

I temporali pomeridiani o anche detti " temporali di calore" , non sono organizzati in un vero e proprio sistema prefrontale, ma sono dati dal trasporto delle termiche in quota. Essi possono risultare a tratti anche violenti e dotati di fulminazione, ma hanno un problema, ovvero che sono di estensione limitata. Molto spesso si tratta dunque di eventi localizzati , si di moderata/intensa entità, ma di breve durata.

A cosa sono dovuti? 

Diciamo che le cause sono diverse . In primis bisogna vedere la morfologia del terreno delle varie zone, nel senso che nelle zone ove non è presente vegetazione , ad esempio sul pendio di una montagna, ove non sono presenti alberi c'è una maggiore capacità di un distaccamento delle termiche dal suolo, a causa di una maggiore capacità da parte della roccia di assorbire i raggi del sole magari proprio durante la mattinata stessa . Se invece prendiamo come riferimento un rilievo, ma con una copertura vegetale, l'assorbimento del calore da parte del terreno, sarà minore o quasi " neutralizzato".

Dunque è più facile che un temporale di calore si venga a sviluppare in un luogo ove non vi è presente nessuna copertura vegetale, piuttosto che in un luogo ove siano presenti boschi .

Questo naturalmente è un discorso che vale solo ed esclusivamente per i temporali di questo genere, che nascono e muoiono in genere sul posto, a meno che non intervenga una corrente in quota,  in grado di far sconfinare queste celle temporalesche, magari anche su pianure o coste. La lontananza dal luogo di origine è direttamente proporzionale all'intensità della forza della corrente in quota.

Un altro fattore in grado di alimentare in maniera notevole questo genere di temporali è l'umidità, data magari da laghi o mari in valli "strette" presenti nei pressi di una località montuosa. In questo caso si viene a generare un surplus di umidità , che insieme alle termiche verrà trasportata in quota e la forza dei temporali verrà di conseguenza esaltata.

Nei pressi dei mari e delle coste quindi , questo fenomeno è difficile che si venga a verificare, per il semplice motivo che le temperature in quota sono superiori a quelle dell'acqua e dunque ciò non consente il sollevamento delle termiche.

1 1

Emanuele Valeri end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam