ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Oceanologia Circolazione Oceanica Atlantica: AMO verso un cambiamento di fase negativa stabile per decenni

Oceanologia

Circolazione Oceanica Atlantica: AMO verso un cambiamento di fase negativa stabile per decenni

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Clima globale sull'orlo del cambiamento su larga scala che potrebbe durare per un certo numero di decenni.

1  AMOUn nuovo studio, condotto da scienziati dell'Università di Southampton e Centro Nazionale di Oceanografia (NOC), implica che il clima globale è sull'orlo del cambiamento su larga scala che potrebbe durare per un certo numero di decenni.

Il passaggio al nuovo insieme di condizioni climatiche è associato ad un raffreddamento dell'Atlantico, ed è probabile possa portare estati più secche in Gran Bretagna e in Irlanda, aumento accelerato del livello del mare lungo la costa nord-est degli Stati Uniti, e la siccità nei paesi in via di sviluppo nella regione del Sahel (NB:nessun accenno agli inverni...).

Lo studio, pubblicato su Nature, dimostra che la circolazione oceanica è il legame tra il tempo e il cambiamento climatico su scala decennale. Essa si basa su evidenze osservative del legame tra la circolazione oceanica e la variabilità decennale della temperatura superficiale del mare nell'Oceano Atlantico.

3  AMO

L'autore principale dello studio, il Dr Gerard McCarthy dal NOC, spiega: "La temperatura del mare in superficie in Atlantico varia tra caldo e freddo su scale temporali di molti decenni. Queste variazioni hanno dimostrato di influenzare temperature, precipitazioni, siccità e anche la frequenza degli uragani in molte regioni del mondo. Questa variabilità decadale, chiamata Oscillazione Atlantica Multi-decennale (AMO), è una caratteristica degna di nota per l'Oceano Atlantico, e il clima delle regioni che influenza".

1  AMO

Queste fasi climatiche, denominate fasi positive o negative dell'indice AMO, sono il risultato del movimento di calore a nord causato da un sistema di correnti oceaniche. Questo movimento di calore cambia la temperatura della superficie del mare, che ha un forte impatto sul clima su scale temporali di 20-30 anni (anche 40...). La forza di queste correnti è determinata dalle stesse condizioni atmosferiche che controllano la posizione della corrente a getto. Un AMO Negativo si verifica quando le correnti sono più deboli e quindi meno calore viene trasportato a nord verso l'Europa dai tropici.

La forza delle correnti oceaniche è stata misurata da una rete di sensori, detta Progetto RAPID, che ha raccolto dati sulla portata dall'Atlantic meridional overturning circulation (AMOC) per un decennio.

4  AMO

Il dottor David Smeed, dal NOC e scienziato a capo del progetto RAPID, aggiunge: "Le osservazioni dell'AMOC con il Progetto RAPID, nel corso degli ultimi dieci anni, dimostrano che essa è in declino. Di conseguenza, ci aspettiamo che l'AMO stia muovendo ad una fase negativa, che si tradurrà in acque superficiali più fredde. Ciò è in linea con le osservazioni della temperatura nel Nord Atlantico".

2  AMO

Dal momento che il Progetto RAPID raccoglie i dati da soli dieci anni, era necessario un insieme più grande di dati per dimostrare il legame tra circolazione oceanica e variazioni climatiche lente. Quindi, questo studio ha utilizzato 100 anni di dati a livello del mare, gestito dal servizio permanente del National Oceanography Centre per il livello medio del mare. Tutti i modelli di correnti oceaniche basate su questi dati sono stati utilizzati per prevedere quanto calore verrebbe trasportato in tutto il mare, e l'impatto che questo avrebbe sulla temperatura della superficie del mare in luoghi chiave. Ricostruendo la circolazione dell'oceano negli ultimi 100 anni dai mareografi che misurano il livello del mare sulla costa, sono stati in grado di dimostrare l'evidenza osservativa del legame tra la circolazione oceanica e l'AMO.

PS: Per visionare altri argomenti riguardanti l'Oceanologia, clicca qui.

Paolo Lui mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam