ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Oceanologia Identificati i segnali di Preallarme di un collasso della Circolazione Meridionale Atlantica (AMOC)

Oceanologia

Identificati i segnali di Preallarme di un collasso della Circolazione Meridionale Atlantica (AMOC)

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Cambiamenti climatici improvvisi innescati dal crollo della Circolazione Meridionale Atlantica (AMOC)

1 preallarme AMOCUn nuovo studio, condotto da ricercatori dell'Università di Exeter, ha trovato i segnali premonitori di una riorganizzazione della circolazione dell'Oceano Atlantico che potrebbe avere un profondo impatto sul sistema climatico globale.

Nell'Immagine sottostante è raffigurato il Trasporto AMOC (Sv) a 26.25 ° N e ~ 1.000 metri di profondità, riportati in funzione dell'ingresso di acqua dolce imposto. La linea nera solida mostra l'andamento decennale dell'AMOC nel corso di un esperimento temporaneo con ingresso di acqua dolce crescente 0-1 Sv per più di 2.000 anni. La linea grigia continua mostra la stessa per l'ingresso di acqua dolce decrescente da 1 a -0,4 Sv, alla stessa velocità. I cerchi pieni mostrano l'equilibrio nel trasporto dell'AMOC raggiunto durante una serie di simulazioni delle costanti-forzanti inizializzate dal corrispondente punto della transitoria (la crescente forzatura) simulazione.

2 preallarme AMOC

La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature Communications, ha usato una simulazione di un modello molto complesso per analizzare l'Atlantic Meridional Overturning Circulation (AMOC), una componente importante del sistema climatico della Terra.

Ha dimostrato che i segnali di allarme preventivo sono presenti fino a 250 anni prima del collasso, il che suggerisce che gli scienziati potrebbero monitorare la circolazione mondiale reale per gli stessi segnali.

L'AMOC è come un nastro trasportatore nel mare, spinto dalla salinità e temperatura dell'acqua. Il sistema trasporta energia termica dai tropici e Emisfero Sud al Nord Atlantico, dove si è trasferita tramite l'atmosfera.

Gli esperimenti suggeriscono che se l'AMOC è 'spenta', a causa di più acqua dolce in entrata nel Nord Atlantico, la temperatura superficiale dell'aria nella regione del Nord Atlantico potrebbe raffreddarsi di circa 1-3 °C, con un raffreddamento maggiore fino a 8 °C, nelle regioni più colpite.

3 preallarme AMOC

Il crollo inoltre incoraggierebbe la siccità nel Sahel, la zona a sud del deserto del Sahara, e cambiamenti dinamici del livello del mare fino a 80 cm lungo le coste dell'Europa e del Nord America.

"Abbiamo scoperto che le fluttuazioni naturali nella circolazione stavano diventando più lunghe all'avvicinarsi del collasso della circolazione, un fenomeno noto come Rallentamento Critico", spiega l'autore della ricerca Chris Boulton.

"Non sappiamo quanto siamo vicini a un collasso della circolazione ma un avvertimento precoce, al giorno d'oggi, potrebbe aiutare a prevenire, o almeno prepararsi alle conseguenze", aggiunge il co-autore della ricerca il professor Tim Lenton. Lo studio è la simulazione più realistica del sistema climatico, in cui questo tipo di segnale di allarme rapido è stato testato.

Paolo Lui mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam