ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Oceanologia La Corrente del Golfo: Breve analisi della fenomenologia

Oceanologia

La Corrente del Golfo: Breve analisi della fenomenologia

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

gulf_stream_mapI recenti avvenimenti riguardanti la fuoriuscita di petrolio da una piattaforma inglese a largo della costa degli USA, sono stati oggetto dell’attenzione di tutto il mondo. Il disastro ambientale riportato dai media coinvolge una corrente molto particolare: la Corrente del GolfoQuanti davvero conoscono la Corrente del Golfo?  E quanti di noi conoscono la sua importanza nella circolazione globale (di tutta la Terra) oceanica (che è anche il motivo di tanta preoccupazione a livello ambientale)?

La Corrente del Golfo è una Corrente d’Intensificazione Occidentale, in inglese detta Western Boundary Current. Questa corrente nasce nel Golfo del Messico, passa attraverso lo Stretto della Florida e fluisce verso nord lungo la costa est del Nord America, nella parte occidentale dell’Oceano Nord Atlantico, fino al North Carolina, e da qui cambia direzione allontanandosi verso l’interno del Nord Atlantico, vicino Cape Hatteras. Appena a nord di Cape Hatteras la corrente lascia la scarpata e si muove attraverso le profonde acque del Nord Atlantico, rallentando a velocità che sono tipicamente di 0,7m/s. In media tale corrente può raggiungere anche i 2,5 m/s.

gulf-map

La Corrente del Golfo forma un confine tra le acque calde del Mar dei Sargassi e le fredde e dense acque della scarpata continentale (continental shelf).

rio_delleIl trasporto di questa corrente, cioè quanta acqua passa attraverso una sezione, varia da 50 a 150 Sverdrup, uno Sverdrup sono ben 1.000.000 di metri cubi al secondo. Per capire ancora meglio l’imponenza di questa corrente, basti pensare al fiume Rio delle Amazzoni; questo fiume, che è il più grande del mondo, ha un trasporto medio che è solo, per così dire, di 0,2 Sverdrup!

La traiettoria della Corrente del Golfo è caratterizzata dalla presenza di perturbazioni ondulate, note come meandri, che possono crescere e dar vita a vortici (o Anelli) di centro caldo o freddo.

Un anello si forma quando un meandro enta un “cappio” che si separa dalla corrente principale e si muove indipendentemente come un vortice e la loro velocità può superare un nodo. La formazione degli anelli può avvenire sia a sud che a nord della Corrente.

Gli anelli sul lato nord racchiudono acque calde dal Mar dei Sargassi situato al sud ed ad est della Corrente del Golfo; quindi, sono chiamati anelli a centro caldo. Visti in pianta, questi anelli a centro caldo ruotano in senso orario. A causa del forte contrasto delle temperature sulla superficie del mare, gli anelli sono facilmente individuati sulle immagini satelliti infrarosse. Gli anelli che si trovano sul lato sud della Corrente del Golfo racchiudono le acque fredde e sono quindi definiti a centro freddo.

Gli anelli a centro freddo sono più difficili da individuare dai satelliti, in quanto la loro acqua, inizialmente fredda, è riscaldata tramite l’assorbimento della radiazione solare ed è per questo che diventano quasi indistinguibili termicamente dalle acque circostanti. L'animazione seguente mostra proprio la formazione degli Anelli.

image004

Il clima del Nord Atlantico è fortemente influenzato dalla Corrente del Golfo. Una parte significativa del trasferimento meridionale di calore è dovuta alla ricircolazione del gyre e il sistema della Corrente del Golfo è associato ad un’intensa perdita di calore. L’acqua ha la capacità di “assorbire” il calore e di trasportarlo a grandi distanze prima di rilasciarlo.

La Corrente del Golfo può trasportare il calore, o anche altro, dalle località vicino all'equatore fino alle latitudini nordiche che sono solitamente associate ai climi freddi. Senza la calda Corrente del Golfo, il Regno Unito e altri paesi sarebbero freddi almeno quanto il Canada. Dunque la Corrente del Golfo fa parte di un sistema di circolazione molto più ampio che è detto Circolazione Termoclina, in inglese Global Conveyor Belt, ci cui parlerò eventualmente in un altro articolo.

CONVEYOR_

Dea Diana

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam