ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Climatologia Annali dell'Apocalisse bianca:Cosa racconta la storia degli inverni più freddi che l'Umanità ha sperimentato?

Climatologia

Annali dell'Apocalisse bianca:Cosa racconta la storia degli inverni più freddi che l'Umanità ha sperimentato?

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Secondo le informazioni dei cronisti dell'epoca...

1 27 ottobre 2013 Apocalisse biancaAbbiamo già riferito che alcuni noti meteorologi stranieri prevedono complessivamente un inverno freddo in Europa, il più freddo degli ultimi 100 anni, mentre altre previsioni sono fortemente in disaccordo. I russi del Portale Meteovesti si chiedono: Cosa racconta la storia degli inverni più freddi che l'umanità ha sperimentato?

Inverni insolitamente freddi sono stati osservati su questo pianeta molto prima dell'avvento dei termometri, e ancora di più dei servizi meteorologici. Secondo le informazioni dei cronisti dell'epoca, gli inverni del 401 e 801 avevano "congelato le onde del Mar Nero". Nell'859, il "Mare Adriatico era congelato in modo che si poteva andare a Venezia a piedi."

Dopo 850 anni , questo fenomeno si è ripetuto. Negli anni 1010-1011 gelate si esentendevano dall'Asia Minore alle costa del Mar Nero. Il terribile freddo aveva raggiunto l'Africa, dove il corso inferiore del fiume Nilo era coperto dal ghiaccio. Negli anni 1210-1211 si congelarono i fiumi Po e Rodano. A Venezia, il mare Adriatico era ghiacciato per tratti molto estesi.

Nel 1316 tutti i ponti di Parigi furono distrutti dal ghiaccio. Nel 1322, il Mar Baltico era coperto da uno spesso strato di ghiaccio in modo che da Lubecca alle rive del Pomerania si poteva andare in slittino. Nel 1326 era congelato l'intero Mediterraneo. Nel 1365 il Reno fu coperto di ghiaccio per tre mesi. Negli anni 1407-1408 congelarono tutti i laghi svizzeri. Nel 1420, a Parigi si moriva per il freddo terribile, e i lupi in giro per la città divoravano i cadaveri che giacevano insepolti per le strade. Nel 1468 il vino di Borgogna era congelato nei seminterrati dove era conservato. Nel 1558, un esercito di
40. 000 persone poteva tranquillamente accamparsi sul Danubio ghiacciato, e in Francia, i blocchi congelati di vino furono venduti a peso.

Proseguiamo con gli eventi più freddi del XVIII secolo, raccontati dalle informazioni più accurate dall'invenzione del Termometro...

Nel 1709, a Parigi per molti giorni si registrarono -24 gradi (Centigradi), con il vino in congelamento nelle cantine e le campane si incrinavano mentre rintoccavano lo scorrere del tempo. Nel 1795, le gelate a Parigi erano accompagnate da - 23 gradi. Sempre quell'anno, uno squadrone di cavalleria francese aveva preso d'assalto una flotta olandese catturandola con un attacco dal ghiaccio, formatosi fino al largo della costa della Francia.

2 27 ottobre 2013 Apocalisse bianca


Nel XX secolo, durante l'inverno degli anni 1953-1954, su un vasto territorio che si estende dall'Atlantico agli Urali, da novembre ad aprile ci fu un freddo continuo e intenso, che congelò la parte settentrionale del Mar Nero e d'Azov e tutta l'area circostante. Le Tempeste di neve e gelo feroce sono collegate al ricordo dell'inverno nel periodo 1962-1963. Il ghiaccio associato fece congelare gli Stretti danesi, i canali di Venezia e i fiumi di Francia. "In inverno gelate oltraggiose", questo accadeva nella stagione del 1968-1969.

Nel 2002 in Germania, a causa del gelo, fu completamente interrotta la navigazione sul Meno-Danubio, una importante arteria di trasporto fluviale europea. Lo spessore del ghiaccio, che ha intrappolato più di 20 navi, aveva raggiunto in alcuni punti i 70 centimetri. Il freddo estremo fece congelare anche la laguna di Venezia, con le gondole intrappolate nel ghiaccio. Prima ancora la laguna si era congelata anche nel 1985.

3 27 ottobre 2013 Apocalisse bianca

Alla fine del 2005 la maggior parte dei paesi dell'Europa centro-orientale era in balia di pesanti nevicate. In Germania, inusuale per questo periodo dell'anno, il freddo aveva portato alla formazione di ghiaccio e alla rottura delle linee di trasmissione. Nei Paesi Bassi, molte località erano rimaste isolate a causa del cedimento, causato dal gelo, delle linee elettriche. La Torre Eiffel, l'attrazione principale della Francia, completamente ricoperta di ghiaccio. Nel Regno Unito, le strade erano bloccate dalle auto intrappolate dalle tormente di neve. Nella maggior parte dei settori innevati solo gli elicotteri consentirono di consegnare cibo e coperte.

Quindi, come ben vedete, anche quando non erano presenti le tendenze stagionali, o statistiche su teleconnessioni atmosferiche che "decidono gli Inverni", accadevano episodi in fasce diverse che potevano, complessivamente, far gridare all'evento epocale pur non "inglobando" tutte le regioni dello stesso Continente. 

4 27 ottobre 2013 Apocalisse bianca

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam