ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Meteo Italia Meteo Italia Previsioni & Previsioni grafiche Meteando.. Climatando.. Almanacco meteo-climatico del 15 febbraio 2012

Previsioni & Previsioni grafiche

Meteando.. Climatando.. Almanacco meteo-climatico del 15 febbraio 2012

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

in italiaIn Italia..meteando climatando articoli

..prosegue il graduale miglioramento delle condizioni meteorologiche sul nostro Paese, pur rimanendo attiva la circolazione fredda e instabile al Sud.

C'è da dire che le temperature sono ancora caratterizzate da valori molto bassi, sia di notte che di giorno e solo a partire da giovedì si potranno avvertire cambiamenti più decisi, con valori che andranno verso la norma del periodo.

Prima di ciò dovremo ancora attenderci un peggioramento passeggero delle condizioni meteorologiche nella giornata odierna sul versante occidentale della Penisola e domani sulle regioni del versante adriatico e su quelle meridionali.

E' ancora da inquadrare, nelle previsioni a medio termine, il possibile coinvolgimento più o meno esteso del nostro Paese da parte del primo impulso freddo proveniente dall'Atlantico settentrionale groenlandese, che per ora sembra destinato a interessare più direttamente le regioni settentrionali, la Sardegna e quelle del medio alto versante tirrenico.

Dal punto di vista delle precipitazioni, appare invece già abbastanza probabile che venga interessato in successione l'intero territorio nazionale.

L'incertezza dei modelli mi lascia però propenso a considerare sorprese fredde anche più invasive e che potrebbero coinvolgere anche il resto dell'Italia, non escludendole sin da ora a priori.


in europaIn Europa..

Mentre l'Europa occidentale è permanentemente interessata da un campo altopressorio e quella centro-meridionale sta per abbandonare il freddo intenso e l'instabilità delle scorse settimane, le regioni europee settentrionali, nordorientali e orientali, restano sotto scacco delle correnti gelide siberiane seppur in graduale ritirata verso est.

Allo stato attuale, risulta che la traiettoria delle prossime incursioni fredde di tipo artico-marittimo vedrà interessate per l'appunto ancora le ultime zone citate, per le quali la parola inverno non accenna a perdere di crudezza.

Solo dopo l'inizio della prossima settimana il freddo più intenso sembra destinato a rimanere confinato tra Scandinavia e Russia europea.


verso quale tipo di tempoVerso quale tipo di tempo andiamo..

Comincia a prendere sempre più forma, dopo un breve periodo anticiclonico e con temperature che tenderanno ad assumere valori meno estremi, un nuovo coinvolgimento nevoso dell'intera Italia settentrionale, nonchè di Marche, Abruzzo e Umbria.

Sul resto del territorio, insisteranno precipitazioni a carattere piovoso ma con temperature abbastanza basse, tali da rendere le condizioni atmosferiche fastidiose e la percezione del freddo accentuata.

Per la fine del mese, a più riprese il modello americano GFS ha prospettato il ritorno a condizioni di freddo estremo come quello appena passato, ma è ancora veramente troppo presto per poter dare credito a un centro di calcolo troppo spesso colto in castagna oltre il breve-medio termine.


info e didatticaInfo & Didattica.

Circolazione meridiana

Circolazione teorica dell'aria, che s'instaurerebbe tra equatore e poli qualora la Terra non ruotasse intorno al proprio asse e possedesse una superficie omogenea.

Con queste premesse, lo scambio termico tra regioni calde e regione fredde avrebbe luogo in modo diretto costituendo una circolazione chiusa, con aria che s'innalza all'equatore e che ridiscende ai poli.

 

 

Parliamo di climaParliamo di Clima..

Fonte notizia: http://wattsupwiththat.com/

Il livello del mare sembra non voler collaborare con le previsioni.

L'università del Colorado ha recentemente aggiornato il suo grafico del livello del mare, ottenuto da dati satellitari del satellite Topex.

La tendenza lisciata a 60 giorni è ancora in fase di stallo e non presenta alcun aumento rispetto a quanto visto dopo il picco a metà del 2010:

sl ns global1

Dati:

Raw data (ASCII) | PDF | EPS

Ecco gli stessi dati con una variazione stagionale mantenuta, ma i dati davvero interessanti sono quelli ancora più in basso di ENVISAT, che non mostrano tendenza al rialzo:

sl global1

ScreenHunter 113-Feb.-08-19.04

(Grafico di Steve Goddard). Dati di Envisat: ftp://ftp.aviso.oceanobs.com/

Il livello del mare è inferiore a otto anni fa, e secondo il grafico sopra, ha appena superato il picco annuale più basso del record Envisat.

Luciano Serangeli

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam