ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Didattica Didattica Didattica fenomeni & parametri atmosfericii La NEVE CHIMICA: un fenomeno atmosferico piuttosto raro

Didattica fenomeni & parametri atmosferici

La NEVE CHIMICA: un fenomeno atmosferico piuttosto raro

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

La neve chimica in Val Padana . Analisi dello strano fenomeno.

Neve chimicaIl 16 Gennaio 2012 alcune località della Val Padana si sono risvegliate coperte da una strana coltre bianca. Neve? Non proprio. Analizziamo insieme questo fenomeno indice di elevato inquinamento.

 La neve chimica è un fenomeno atmosferico piuttosto raro che si verifica in condizioni di bassa temperatura e alta umidità in concomitanza con la presenza massiccia di emissioni inquinanti in atmosfera.

Quando nelle aree geografiche particolarmente trafficate o ad altra concentrazione industriale il termometro scende sotto lo zero, le goccioline di nebbia presenti nella bassa atmosfera si aggregano attorno alla caligine inquinante sospesa nell'aria, formata da sostanze come silicati, solfuro e ossido di rame, o gli ioduri di mercurio, cadmio e piombo.

Questo pulviscolo ha una struttura fisica esagonale che ricorda quella dei fiocchi di neve: funziona quindi da aggregante perfetto per trasformare le gocce di nebbia in microscopici cristalli ghiacciati .

La formazione dei fiocchi di neve avviene a circa 1 Km di distanza dal suolo. E' possibile che precipitazioni di questo genere avvengano solamente in determinati punti della città, a seconda della concentrazione di particolato inquinante, della temperatura e della presenza o meno di foschia. Il 16 Gennaio 2012, ad esempio, gli abitanti della città di Torino hanno trovato al loro risveglio una coltre di neve bianca sulle strade. Il fenomeno tuttavia non ha interessato in maniera uniforme l'intera città.

Le medesime precipitazioni si sono venute a verificare anche a Verona, Brescia, Milano e altre aree della Val Padana. La neve chimica non va confusa con la galaverna, un rivestimento ghiacciato che si deposita sui rami, cavi elettrici, finestrini in presenza di nebbia, ma che non prevede fenomeni di precipitazione.

La neve chimica non deve preoccupare come fenomeno in se, ma come spia dello stato di inquinamento atmosferico in cui viviamo.

Emanuele Valeri end

Emanuele Valeri

 

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam