ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Clima Dibattito sul Clima Articoli scientifici La Temperatura dell'Oceano Pacifico influenza l'attività dei Tornado negli Stati Uniti

Articoli scientifici

La Temperatura dell'Oceano Pacifico influenza l'attività dei Tornado negli Stati Uniti

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Finalmente riconosciuto il ruolo della Pacific Decadal Oscillation (PDO)

1 29 ottobre 2013 attività dei Tornado I meteorologi utilizzano spesso informazioni su fronti caldi e freddi per determinare se un tornado si può verificare in una particolare area. Ora, un ricercatore dell'Università del Missouri, ha scoperto che la temperatura dell'oceano Pacifico potrebbe aiutare gli scienziati a prevedere il tipo e la localizzazione delle attività tornadiche negli Stati Uniti.

Laurel McCoy, una dottorando in scienze atmosferiche presso la Scuola MU sulle ricerche naturali, e Tony Lupo, professore e cattedra di scienze dell'atmosfera nel Collegio di Agricoltura, Alimentazione e risorse naturali, hanno esaminato 56.457 eventi tornadici dal 1950 al 2011. Essi hanno scoperto che quando le temperature della superficie del mare erano più calde della media, gli Stati Uniti hanno sperimentato il 20,3 % in più di tornado che sono stati classificati EF-2 ed EF-5 sulla classificazione apposita, la Enhanced Fuijta scale (EF, scala sulla forza dei tornado sulla base dei danni che provocano. La scala ha sei classifiche di categoria da zero a cinque).

McCoy e Lupo hanno scoperto che i tornado che si sono verificati quando le temperature della superficie del mare erano sopra la media, si sviluppavano di solito a ovest e a nord della Tornado Alley, una zona nella parte del Midwest degli Stati Uniti che sperimenta più tornado rispetto a qualsiasi altra zona. McCoy ha anche scoperto che quando le temperature della superficie del mare erano più fresche, sono stati monitorati più tornado negli stati del sud, come Alabama, Tennessee, Illinois e Indiana.

"Le differenze di temperatura del mare influenzano il percorso della corrente a getto che passa sopra il Pacifico e, infine, gli Stati Uniti", ha detto McCoy. "Le tempeste produttrici di Tornado sono di solito innescate dalla (e seguiranno) corrente a getto. Questo aiuta a spiegare perché abbiamo trovato un aumento del numero dei tornado e un cambiamento nella loro posizione quando le temperature marine hanno sperimentato delle oscillazioni".


Nello studio, McCoy e Lupo hanno esaminato la relazione tra i tornado e un fenomeno climatico chiamato Pacific Decadal Oscillation (PDO). Le fasi PDO, che sono state scoperte a metà degli anni 1990, sono tendenze di temperatura a lungo termine che possono durare fino a 30 anni. Secondo gli scienziati della NASA, la fase PDO corrente è appena entrata in uno stato "Freddo".

" Le fasi fredde della PDO sono caratterizzate da un "cuneo  fresco" inferiore al normale nelle temperature oceaniche superficiali del mare nel Pacifico orientale, e un caldo modello a ferro di cavallo con temperature superficiali del mare più alte del normale che si estende verso il nord, ovest e sud del Pacifico", spiega McCoy. "Nella fase di riscaldamento, che è durata dal 1977 al 1999, l'ovest dell'Oceano Pacifico è diventato freddo, e il cuneo nella parte orientale era caldo."

Nel 2011, più di 550 decessi si sono verificati a seguito di tornado, con conseguenti più di 28 miliardi di dollari di danni alle proprietà, secondo la US National Oceanic and Atmospheric Administration. McCoy dice che con le sue scoperte, si potrà essere in grado di salvare vite umane, in futuro.

"Ora che sappiamo gli effetti della PDO nelle sue fasi fredde e calde, i meteorologi avranno un altro strumento per prevedere le tempeste pericolose, per informare il pubblico delle condizioni meteo imminenti".

La ricerca sarà presentata al National Weather Association Conference di questo autunno (vi terremo informati).

2 29 ottobre 2013 attività dei Tornado

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam