ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Analisi Monitoraggio & Analisi modelli Analisi Meteorologica Lungo termine: due giorni di FREDDO? Non saranno la svolta stagionale

Analisi Meteorologica

Lungo termine: due giorni di FREDDO? Non saranno la svolta stagionale

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Riflessioni su quello che verrà dopo la parentesi fredda post-natalizia

nataleTutto l'inverno in un nocciolo di bassa pressione. Osservate attentamente la figura qui a fianco e guardate in basso a sinistra: noterete un centro di bassa pressione al largo delle coste atlantiche canadesi, in cosiddetta fase di "tear off".

Il minimo in buona sostanza si sta staccando dalla saccatura madre ad opera di un processo stretching operato sull'onda da parte del Getto Polare incidente (in uscita dal continente nord-americano), il quale tradisce così una nuova accelerata. Ma qui arriviamo più tardi.

Ebbene, è proprio per via di quella disturbance alla deriva sull'oceano, che il flusso a valle, quello in ingresso sull'Europa per intenderci, sta perdendo zonalità in favore di una componente temporaneamente meridiana. Grazie ad uno strepitoso effetto domino tale stato dell'arte metterà temporaneamente in presa diretta Artico e medie latitudini, con un canale di bassa pressione rivolto all'Europa centrale e in parte anche all'Italia. Nasce da qui la due giorni invernale che ci aspettiamo tra il 26 e il 28 dicembre.

30 dicembreE dopo? Andiamo a ripescare il Getto Polare dove l'avevamo lasciato, in uscita dai cieli canadesi. Ebbene tra il 27 e il 28 dicembre, il flusso perturbato principale andrà a riassorbile rapidamente quel che resta del cut-off atlantico e, dopo aver spianato l'Atlantico,  procederà a grandi passi verso l'Europa ricomponendo la zonalità perduta e giungendo a destinazione sull'Italia entro i primissimi giorni del nuovo anno.

Morale? L'aria temperata trasportata dal ricompattato flusso occidentale, prenderà rapidamente il posto di quella fredda giunta dall'Artico, costringendo l'inverno ad una nuova frenata. Stop, il count down ricomincerà dall'inizio, la stagione vedrà la sua strada nuovamente in salita, ma con un avvertimento in più: l'inverno ha dimostrato che, se vuole, sa esserci e questo fa sin d'ora la differenza con gli inverni mai partiti del passato, ivi compreso quello che ancora brucia e che risale solo allo scorso anno.

Luca Angelini

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam