ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Temporali & Co Temporali & Co News Uragani, Tifoni e Cicloni Intensità degli URAGANI e trasporto di sostanze inquinanti. Nuovo STUDIO rivela...

News Uragani, Tifoni e Cicloni

Intensità degli URAGANI e trasporto di sostanze inquinanti. Nuovo STUDIO rivela...

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Migliaia di sfollati in Lousiana e Mississippi al passaggio di Isaac.

uragani intensitaI cicloni tropicali (TCS) in genere producono un'intensa upwelling oceanica sotto il centro della tempesta e una downwelling più debole e più ampia al di fuori delle regioni upwelled.

Come la tempesta tropicale Isaac guadagnava slancio verso il fiume Mississippi nel mese di agosto 2012, i ricercatori dell'Università di Miami (UM) hanno utilizzato degli strumenti per studiare le condizioni dell'oceano sotto la tempesta. Il nuovo studio pubblicato ha mostrato come un downwelling delle acque calde approfondisce il serbatoio della tempesta per una rapida intensificazione verso lo status di uragano.

I risultati hanno anche rivelato come le correnti generate dall'uragano e i mulinelli oceanici possono trasportare petrolio e altre sostanze inquinanti verso le regioni costiere. Le tempeste tropicali ottengono la loro energia dalle acque dell'oceano; non appena una tempesta si muove attraverso il Golfo del Messico può interagire con la risalita di acque più fredde dall'oceano profondo o, nel caso di Isac, un downwelling all'interno degli anelli di acqua calda che separava una corrente di acqua calda, chiamata Loop Current, che si muove attraverso il Golfo del Messico per unirsi alla Corrente del Golfo, lungo la costa orientale degli USA.

uragani intensita

La figura rappresenta il riscaldamento degli oceani superiori (in colore rosso) osservato nel corso degli anelli caldi durante l'intensificazione di Isac. Foto: Benjamin Jaimes

Mentre la tempesta si muove in avanti, le temperature oceaniche ne alimentano l'intensità; i ricercatori della UM Rosenstiel School of Marine and Atmospheric Science in collaborazione con la NOAA's Atlantic Oceanographic and Meteorological Laboratory, hanno schierato un totale di 376 sensori aerei durante sei voli aerei dei cacciatori di uragani, condotti prima, durante, e dopo il passaggio di Isaac sul Golfo orientale Messico. I ricercatori hanno osservato un downwelling predominante dell'acqua all'interno di questi anelli di acqua calda, o elementi vorticosi, della Loop Current, che ha causato la sua intensificazione da una tempesta tropicale a quella di un uragano di categoria 1 appena prima del landfall.

"Questi risultati sottolineano la necessità di modelli di previsione che includano le risposte upwelling-downwelling per migliorare le previsioni di intensità e il trasporto di corrente", ha riferito Benjamin Jaimes, uno scienziato assistente presso la UM Rosenstiel School.

"Isaac è passato sulla zona di petrolio della piattaforma Deepwater Horizon, dove abbiamo osservato entrambi i processi upwelling e downwelling che possono ri-sospendere gli idrocarburi che si trovano sul fondo del mare", ha ribadito Nick Shay, professore di scienze oceaniche presso UM Rosenstiel School. "Questo può aver portato al deposito di catrame sulle spiagge dalle correnti generate dall'uragano."

La tempesta tropicale Isaac gradualmente si è intensificata nel Golfo del Messico per poi raggiungere la condizione di uragano di categoria 1 con venti fino a 130 km/h, impattando lungo la costa della Louisiana. Si sono stimati danni per 2390000000 $ lungo il suo percorso.

Isaac

Una veduta del mare sottostante la tempesta tropicale Isaac scattata durante un volo di ricerca. FOTO: Jodi Brewster, dell'Università di Miami Rosenstiel School of Marine and Atmospheric Science

A.T.

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam