ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Sismologia Sismologia Editoriali Sismologia Sisma in Molise: quali sono le forze responsabili della gran parte dei terremoti nel nostro paese?

Editoriali Sismologia

Sisma in Molise: quali sono le forze responsabili della gran parte dei terremoti nel nostro paese?

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Forte terremoto tra Molise e Campania: quali le cause? 


sismacampania291

Dopo le numerose scosse di terremoto che si stanno verificando lungo tutto l'Appennino viene naturale chiedersi per quale ragione il nostro paese sia continuamente soggetto ad attività sismica che talvolta sfocia in vere e proprie catastrofi naturali.

Quella di oggi pomeriggio in Molise di magnitudo 5.0 Richter, seguita da almeno venti scosse di assestamento (la più forte di 3.7 Richter), insieme alle numerose che si sono verificate nei giorno scorsi nell'Appennino Umbro-Marchigiano ed in quello Tosco-Emiliano, sono il risultato delle stesse forze tettoniche responsabili, del resto, dell'esistenza della catena appenninica stessa.

Infatti 45 Ma fa cominciò l'orogenesi conosciuta con il nome di Appennino-Maghrebide dovuta in gran parte al sovrascorrimento di litosfera continentale su litosfera oceanica di un antico oceano in chiusura (l'Oceano Tetide): questa fase è riconducibile a movimenti cominciati milioni di anni prima (responsabili precedentemente del sollevamento della catena alpina) è cioè alla collisione della Placca Africana con quella Euroasiatica.

Questi lenti movimenti relativi tra placche tettoniche (ordine di mm-cm/anno) sollecitano le numerosissime faglie presenti lungo ogni catena montuosa. Nel momento in cui l'energia trasferita lungo la faglia non viene più sostenuta dal sistema roccioso questo la libera tutta insieme sotto forma di onde sismiche, le quali in parte raggiungono la superficie provocando dei moti sussultori e oscillatori. A seconda del tipo di litologia presente nel territorio la scossa verrà più o meno avvertita dalla popolazione; per esempio se due paesi si venissero a trovare alla stessa distanza dall'epicentro di un ipotetico terremoto di grado medio, il paese costruito su rocce calcaree sopporterà meglio la sollecitazione imposta dalle onde oscillatorie rispetto all'altro costruito su terreni sabbioso-limosi.

Nella seconda figura è interessante notare la distribuzione dei terremoti italiani degli ultimi decenni (la linea di color arancio delimita la Placca Africana da quella Euroasiatica). La stella viola (figura di sinistra) e quella rossa (figura di destra) indicano la scossa di oggi pomeriggio in Molise.

sismacampania291

sismacampania292

Stefano Piasentin

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam