ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Vulcanologia Spieghiamo l'attività vulcanica sul Katla e Bardàrbunga

Vulcanologia

Spieghiamo l'attività vulcanica sul Katla e Bardàrbunga

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

La verità sul vulcano Katla e sul Bàrdarbunga

KatlaSpesso e volentieri, quando si parla del Vulcano Katla, si parla di morte e distruzione, su Internet. Dato che ultimamente non si è verificato nessun tipo di comportamento insolito da parte del vulcano, è corretto fare un po' di chiarezza a riguardo.

Il vulcano si trova sotto il ghiacciaio Myrdalsjökull, ed è uno dei vulcani più grandi in Islanda. Spesso il Katla è catalogato erroneamente come Supervulcano per la presenza di una caldera alla sommità dell'edificio vulcanico, tuttavia rientra nella fascia delle caldere vulcaniche le cui eruzioni possono essere di carattere Pliniano o ultra Pliniano. Esso, nella sua storia, ha vissuto almeno due grandi eventi caldera, ma l'ultima eruzione la troviamo così lontana nel tempo che il vulcano ha avuto tempo di ricostruire tutto il suo sistema magmatico.

Riassunto, dopo l'avvenimento di un eruzione il sistema magmatico spesso rimane danneggiato e deve nella maggior parte dei casi poter trascorrere molto tempo affinchè esso possa avere altre nuove grandi eruzioni. Quando il sistema magmatico diventa troppo grande tanto da non riuscir più ad essere contenuto, si forma una nuova caldera.

Caldera

Se guardiamo al passato, dopo la deglaciazione una delle ultime formazioni di caldera in Islanda risalgono al Grimsvötn. L'ultima grande eruzione di questo vulcano risale al 2011, ed è stata classificata come una delle più grandi degli ultimi 10.000 anni, ma ha ancora migliaia di anni per arrivare fino al prossimo VEI-6.

Il Bárdarbunga d'altra parte ha avuto il suo VEI-6, con la formazione della caldera nel 1477, in modo che le eruzioni che si verificano ora risultino piuttosto lievi e di tipo VEI-1 o VEI-2.

Quindi, anche se entrambi Grimsvötn e Bárdarbunga sono vulcani molto più grandi, il Katla è affetto da eruzioni più forti. La media attuale è che Katla ha eruzioni 10 volte più grandi rispetto al Grimsvötn, in media, e eruzioni tra 100 / 500 volte più grandi di quelle del vulcano più grande d'Islanda, Bárdarbunga.

Katla 2

Il Katla è sicuramente una forza con cui fare i conti. La teoria è che il Katla non mostra grandi segni di un'eruzione imminente. Cos'è allora tutto questo trambusto? Diamo uno sguardo. 

Segni correnti 

Ultimamente c'è stato un basso livello di jökulhlaup che escono dal ghiacciaio. Finora si è registrato un leggero aumento dei livelli di acqua; invece gli avvertimenti sono a causa della maggiore quantità di gas vulcanici che vengono rilasciati dove l'acqua esce.

Questo è un segno che l'attività idrotermale è aumentata sotto il ghiacciaio, e che in qualche modo l'acqua è entrata in contatto con una superficie calda. 

Katla 3

Ora, oltre ai terremoti che sono stati visti recentemente, prima di tutto non c'è un livello insolitamente alto di attività sismica. Al contrario, i livelli attuali sono all'incirca sui normaie livelli di attività sismica per il vulcano. Negli ultimi due anni è stata registrata un'insolita calma. Se poi andiamo avanti e guardiamo l'anno più rumoroso sotto questo punto di vista è il 199,2 e da quì capiamo meglio, che ci vuole un bel po' affinchè il Katla torni ad eruttare.

Katla 3

Alcuni hanno anche sottolineato il fatto che qualche terremoto é stato piuttosto profondo, ma questo è normale per questo particolare vulcano.

Parlare di ritardo nelle eruzioni, per il vulcano non è corretto, infatti sarebbe più lecito dire che sta vivendo una fase di riposo prolungata.

Nel futuro del Katla ci sono sicuramente altre eruzioni, ma in questo momento non vale la pena preoccuparsi.

katla 4

Nei grafici di rilascio, gli studiosi hanno trovato alcune piccole particolarità. Sembra che gli sciami sismici tendono a migrare verso l'esterno del Katla. Ovvero, prima ilKatla ha un sciame, poi uno sciame molto più grande che si verifica dopo pochi mesi al cryptodome Gódabunga, e ancora un altro paio di mesi dopo, un piccolo sciame avviene sotto l'Eyjafjallajökull. 

Questo ci porta a ipotizzare che l'area vulcanica è incline a impulsi magmatici, e che i primi impatti avvengono sul Katla, e poi si diffondono verso l'esterno a ovest. 

C'è anche la possibilità che una quantità più grande del normale di magma non stia andando nel Katla, ma invece si stia dirigendo nel proto-vulcano di Gódabunga, e secondariamente all'Eyjafjallajökull, e ciò potrebbe spiegare il tempo di riposo più lungo del solito del Katla. Si potrebbe anche spiegare perché Katla e Eyjafjallajökull in due occasioni sono eruttati a stretto contatto nel tempo.

Bárdarbunga 

Il Bárdarbunga è il più grande vulcano islandese attualmente attivo, ed è anche il più grande produttore di lava nel mondo durante gli ultimi 10 000 anni. 

Come già detto sopra, il vulcano è andato in caldera nel 1477, dopo un prolungato rifting, eruzione nella parte meridionale dello sciame nella fessura Veidivötn. Sembra aver influito notevolmente la dimensione della eruzione del vulcano.

L'attuale aumento di attività ha avuto luogo in un punto a metà strada tra il Bárdarbunga e un vulcano più a nord sulla fessura sciame denominata Kistufell. Questo sciame nel tempo si è lievemente avvicinato al Bárdarbunga . 

Probabilmente il Bárdarbunga si prepara a un altro VEI-1 / VEI-2 come quella che avvenne nel 1996, quando ha prodotto una colonna di cenere per un paio d'ore che ha raggiunto un'altezza di 3,5 km alla fine della più famosa eruzione Gjálp .

bardabunga

Emanuele Valeri

 

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam