ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze News scientifiche Nuovo studio del DNA rivela la storia dei Paleo-Eschimesi

News scientifiche

Nuovo studio del DNA rivela la storia dei Paleo-Eschimesi

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Non sono stati gli Inuit a colonizzare per primi l'Artico

inuitUn nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica Science, chiarisce alcuni lati ancora poco chiari sugli abitanti del Nuovo Mondo Artico.

Un test del DNA recentemente effettuato dagli scienziati, ha infatti portato a nuove scoperte sui primi colonizzatori della regione artica. I ricercatori, dopo studi approfonditi, hanno concluso che i Paleo-Eschimesi furono i primi abitanti della regione circa 6.000 anni fa, e sopravvissero lì senza alcun contatto con l'esterno per più di 4.000 anni, scomparendo circa 700 anni fa.

inuit4

Gran parte della nostra comprensione della storia di questa cultura è basata sui reperti acquisiti dagli archeologi. Il team di ricerca ha ottenuto campioni di  denti, capelli , ossa da 169 antichi resti umani ritrovati in Siberia, Alaska, Canada e  Groenlandia, confrontandoli con quelli delle popolazioni attuali. Tuttavia è stato difficile trovare sufficente DNA, poichè le antiche culture spesso seppellivano i loro morti sulla superficie invece che in tombe che li avrebbe protetti dai cicli ripetuti di congelamento e scongelamento, che, in ultima analisi, hanno danneggiato o distrutto il DNA. 

Lo studio mostra chiaramente che i Paleo-Eschimesi vissero quasi in isolamento per più di 4.000 anni, e durante questo tempo la loro cultura si sviluppò in maniera così diversa tanto da essere considerati dagli studiosi come popolazione diversa.

Essenzialmente, abbiamo due "ondate" consecutive di gruppi geneticamente distinti che sono arrivati nel Nuovo Mondo Artico. Lo studio ha potuto stabilire il motivo della scomparsa dei Paleo-Eschimesi conseguente all'arrivo dei nuovi antenati nell'Artico.

I cacciatori Inuit hanno a lungo raccontato storie di un popolo misterioso che un tempo abitava il Nord. Venivano chiamati  'Tunit' o 'Sivullirmiut', che significa "i primi abitanti." Secondo questi miti erano giganti, più alti e più forti dell'Inuit, ma facilmente spaventati dagli insediamenti da parte dei nuovi arrivati.  Molti scienziati hanno considerato questi racconti semplicimente come pura finzione, ma il nuovo studio suggerisce invece che potrebbe essere proprio così.

inuit2

Il co-autore Dr William Fitzhugh, del Center Arctic Studies presso la Smithsonian Institution, spiega: " Le regioni artiche del Nord America sono state occupate da tre culture ampiamente raggruppate: i Saqqaq fino a 2.500 anni fa, seguita da una successione di culture Dorset e poi la Thule, antenati degli Inuit, provenienti da circa 1.000 anni fa".

Questa nuova ricerca genomica chiarisce questioni in sospeso che sono state discusse per quasi un secolo. I Paleo-Eschimesi e i Neo-Eschimesi erano popolazioni geneticamente distinte, e i Paleo-Eschimesi sono rimasti isolati nell'Artico orientale per migliaia di anni, senza contatti significativi tra di loro o con gli indiani americani, norvegesi o altri europei.

Ali Dorate

 

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam