ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Geologia, Ecologia e critica ambientale Nuove comprensioni sui processi Geologici sotto il Fondo Marino

Geologia, Ecologia e critica ambientale

Nuove comprensioni sui processi Geologici sotto il Fondo Marino

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

I vulcani di fango sono strutture morfologiche dove i fluidi, tra cui l'acqua e gas, sono rilasciati dal sottosuolo.

1 processi GeologiciDurante una spedizione della nave da ricerca tedesca Meteor, nel 2012, gli scienziati del GEOMAR Helmholtz-Centre for Ocean Research Kiel (Germania), insieme ai colleghi di Brema e Halle, Portogallo, Spagna e Regno Unito, hanno scoperto vulcani di fango sul fondo del mare dell'Oceano Atlantico.

Nellla rivista internazionale di Geologia ora mostrano perché le strutture forniscono nuove informazioni sui processi sotto il fondo marino, e perché sollevano contemporaneamente nuove domande.

1 processi Geologici

Per gli antichi babilonesi Abzu e Tiamat furono gli Dèi dell'acqua dolce e salata. Per le scienze oceaniche di oggi, due vulcani di fango con gli stessi nomi potrebbero servire come chiave per la comprensione degli antichi processi da scoprire sotto il fondo dell'oceano. I due coni si trovano a circa 200 chilometri a sud ovest del Portogallo, a circa 4.500 metri di profondità sul fondo dell'Oceano Atlantico.

2 processi Geologici

Sono stati scoperti insieme ad un terzo vulcano di fango, dal nome dello scienziato russo Michael Ivanov durante una spedizione della nave di ricerca tedesca Meteor nel 2012. I vulcani di fango sono stati trovati in una posizione atipica. Ulteriori analisi hanno dimostrato che i liquidi espulsi sul fondo marino in questi luoghi ha un'origine molto più profonda rispetto alla maggior parte di altri vulcani di fango.

I vulcani di fango sono strutture morfologiche dove i fluidi, tra cui l'acqua e gas, sono rilasciati dal sottosuolo. A volte i coni emergono durante questo processo, e appaiono come vulcani di piccole dimensioni. Essi si trovano in quasi tutte le scarpate continentali e spesso si verificano sui depositi sedimentari, per esempio grandi ventilatori in alto mare, come il Delta del Nilo, dove enormi quantità di sedimenti si sono accumulati nel corso dei millenni. Un gran numero di vulcani di fango sono noti dal Golfo di Cadice a sud del Portogallo e della Spagna, dove si sono formati su sequenze sedimentarie che sono state in parte create dai movimenti della crosta terrestre.

3 processi Geologici

Abzu, Tiamat e M. Ivanov si trovano più a ovest, nei pressi di una zona di frattura lungo il limite della placca afro-eurasiatica. Prima che la spedizione avesse luogo, i ricercatori avevano solo ipotizzato circa l'esistenza di vulcani di fango in questo settore. Ora la prova è stato consegnata. Il team di ricerca a bordo della Meteor ha mappato i vulcani con il veicolo sottomarino autonomo ( AUV ) Abyss, e poi campionato con defittonatrici. In seguito gli scienziati hanno analizzato i campioni con precisione nei laboratori delle istituzioni partecipanti. I risultati sono stati sorprendenti: Di solito i gas e fluidi che emergono dai vulcani di fango sono derivati ​​soltanto dai sedimenti sottostanti, ma il materiale che esce da questi tre vulcani di fango si riferisce anche ad una fonte nella crosta sotto i sedimenti.

4 processi Geologici

Questo ha portato a una nuova serie di domande per ulteriori ricerche: Quali sono i meccanismi esatti nel sottosuolo che alimentano i vulcani di fango? Dove esistono altri filtri di questo tipo? Questi luoghi sono relativamente facili da trovare, perché quasi nessun sedimento è disteso sopra la crosta, e la velocità di risalita dei fluidi è elevata, a causa della composizione chimica dei fluidi di cui si sono formate tracce evidenti sul fondo del mare, ad esempio i famosi "Fumatori Neri". Ci possono essere processi simili in altre zone del fondo marino, in particolare vicino a zone di frattura.

5 processi Geologici

L'attuale pubblicazione è una base importante per ulteriori progetti di ricerca, che dovrebbero aiutare a comprendere meglio i meccanismi di trasporto di liquidi nel fondo marino. Durante il recente rilascio della nuova nave da ricerca tedesca Sonne (SO237) il fondo marino dell'Oceano Atlantico è stato mappato nuovamente dall'AUV Abyss, per ottenere più dati per i progetti futuri. Conoscere le sorgenti calde e fredde del fondo marino, i loro meccanismi di formazione e le loro rotte di approvvigionamento, è importante per una migliore comprensione delle placche specifiche dei processi tettonici, e dei rischi connessi dei terremoti.

Argomenti correlati, che potrebbero interessarvi:

Quelle 2013: la prima missione con equipaggio alle più profonde sorgenti idrotermali della Terra...

Esplorare il fondo dell'oceano via Cam (ROV), in alta definizione, in questo momento...

Hawaii: Sull'isola di Oahu scoperto un nuovo vulcano sottomarino

Scienziati americani esplorano l'enorme vulcano sottomarino di Grenada: IL VIDEO

Scoperta: Vulcano Attivo potrebbe Eruttare sotto il Ghiaccio in Antartide

 Scoperte centinaia di emissioni di metano nei fondali dell'Atlantico

Paolo Lui mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam