Sul nostro sito usiamo i cookies. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'uso.

   ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Geologia, Ecologia e critica ambientale L'inquinamento atmosferico rafforza cicloni e tempeste in tutto il mondo

Geologia, Ecologia e critica ambientale

L'inquinamento atmosferico rafforza cicloni e tempeste in tutto il mondo

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

L'inquinamento atmosferico influenza il clima dell'intero pianeta.

ciclA queste conclusioni sono giunti gli scienziati delle principali università degli Stati Uniti. Infatti un team di ricercatori del Texas Agricultural University  (TAMU) hanno analizzato i dati provenienti da modelli climatici e quelli relativi ai fattori meteorologici e il contenuto di smog nell'aria.

Sulla base di questi studi si è notato che le impurità che producono i paesi asiatici e in particolare la Cina influenzano la circolazione dell'aria a livello mondiale. L'aumento dell'inquinamento atmosferico in Cina può quindi aumentare l'attività dei cicloni invernali nel nord-ovest dell'Oceano Pacifico. "I modelli indicano che l'inquinamento dall'Asia ha un impatto sulle parti più alte dell'atmosfera e conduce a rafforzare fenomeni come tempeste o cicloni", ha spiegato il prof. Renyi Zhang di TAMU.
Lo smog raggiunge un'altezza di oltre 9 km e l'impatto sulla formazione delle nuvole, nella quantità di precipitazioni, l'intensità delle tempeste agisce in definitiva sul clima. "E' molto probabile che l'aria sporca proveniente dall'Asia potrebbe avere enormi implicazioni per i sistemi meteorologici nel Nord America", ha riferito lo scienziato.

Gli esperti aggiungono il fatto che l'inquinamento atmosferico rappresenta un problema enorme in tutta l'Asia, soprattutto in Cina, dove il loro livello è spesso di 100 volte maggiore rispetto allo standard fissato dall'Organizzazione mondiale della sanità.
Secondo gli studiosi  del fenomeno  il deterioramento della qualità dell'aria è conseguenza soprattutto del boom economico che continua in Cina da oltre 30 anni. Negli anni 1979-1988 i cicloni non erano così attivi come  nel 2002-2011, quando la crescita dell'economia, soprattutto in Cina si è affermata. E' in  questi anni infatti che i cicloni sono diventati più intensi e proprio a causa della costruzione di un certo numero di grandi impianti industriali, centrali elettriche e altre strutture, che hanno prodotto enormi quantità di inquinamento.
È stato inoltre osservato che la concentrazione di sostanze nocive nell'aria aumenta nella stagione fredda. "Dobbiamo eseguire una serie di analisi più dettagliata per scoprire come questi agenti inquinanti vengono trasportati e quanto grande è il loro impatto sul clima", ha riassunto Zhang.
I risultati di questi studi sono stati pubblicati sulle pagine dell'ultimo numero di "Nature Communications".
 

cicl

Ali Dorate

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam