ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Climatologia Il Nord Atlantico si raffredderà leggermente, con implicazioni per il tempo in Europa

Climatologia

Il Nord Atlantico si raffredderà leggermente, con implicazioni per il tempo in Europa

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

La fase di riscaldamento della AMO continuerà fino alla fine del prossimo decennio, ma con una tendenza negativa

1 Nord Atlantico raffreddaUna nuova ricerca sui legami tra le correnti nel Nord Atlantico e il sistema di pressione che si trova sopra esse permette di prevedere i futuri cambiamenti nelle temperature della superficie del mare del Nord Atlantico, e prevede un raffreddamento, con implicazioni per il tempo in Europa.

In questa immagine é visualizzata la Corrente del Golfo nel Nord Atlantico, rappresentata da temperature superficiali simulate in un modello oceanico ad alta risoluzione (ORCA12). La corrente del Nord Atlantico (una continuazione della Corrente del Golfo, dopo il distacco dalla costa americana) denota il forte contrasto di temperatura tra le latitudini subpolari e subtropicali.

1 Nord Atlantico raffredda

E' una componente centrale della circolazione dell'Atlantico meridionale (AMOC), che è una delle principali unità per la variabilità decadale del clima in questa regione.

In quest'altra immagine invece è rappresentata la circolazione dell'Atlantico meridionale (Atlantic Meridional Overturning Circulation, AMOC), che copre l'intero Oceano Atlantico. (Vicino alla superficie) Le correnti calde sono mostrate in rosso, le fredde correnti profonde in blu. I piccoli cerchi mostrano aree con forte attività parassita.

3 Nord Atlantico raffredda

L'area tratteggiata nel Mare del Labrador mostra l'area di convezione profonda, con l'affondamento delle masse d'acqua raffreddate ad una profondità di diversi chilometri.

Le variazioni di temperatura della superficie del mare del Nord Atlantico influenzano la forza degli uragani, le piogge in Africa occidentale e gli inverni in Europa.

Le temperature superficiali del mare nel Nord Atlantico variano per lunghi periodi di decenni, anche se un metodo affidabile per prevedere come cambieranno in futuro è stato sfuggente, a causa dei pochi dati storici disponibili. Ma ora un team di ricercatori del clima presso il Centro Helmholtz GEOMAR dell'Ocean Research a Kiel, in Germania, hanno trovato un modo per migliorare le previsioni, e hanno pubblicato i loro risultati in un nuovo documento.

Le SST Nord Atlantiche sono soggette a fluttuazioni naturali che si svolgono nel corso di anni, decenni o addirittura secoli, spiega il ricercatore climatico Professor Dr. Mojib Latif del GEOMAR. "Misure specifiche spesso risalgono a pochi decenni", dice, "quindi è molto difficile valutare correttamente le variazioni su scale di tempo più lunghe, e distinguere quelle che potrebbero essere causate dai cambiamenti umani o teleconnettivi."

2 Nord Atlantico raffredda

Ora, Latif e colleghi hanno sviluppato un metodo migliore per prevedere le tendenze future della temperatura della superficie del mare del Nord Atlantico. Esperti di modellazione climatica della squadra hanno collegato diversi processi nell'atmosfera e nell'oceano, e creato una simulazione affidabile delle temperature superficiali nel Nord Atlantico dal 1900, che consente anche di effettuare previsioni fino alla fine del prossimo decennio. "Questa è una novità. I modelli climatici esistenti fino ad ora erano nettamente divergenti, soprattutto quando simulavano le temperature di superficie (del mare)", spiega Latif, che è l'autore principale dello studio.

NAO

Gli scienziati hanno studiato le fluttuazioni delle condizioni di pressione dell'aria sopra l'Atlantico del Nord, nel sistema di pressione atmosferica conosciuto come la North Atlantic Oscillation (NAO), che colpisce le condizioni meteorologiche nel Nord Europa e nel Mediterraneo. Queste fluttuazioni vengono acquisite in una metrica nota come l'indice NAO, che descrive la forza della differenza di pressione tra l'alta delle Azzorre e la bassa d'Islanda, "Ci sono, per fortuna, alcuni dati di misura storici in modo da poter così tracciare l'indice NAO fino alla metà del 19 ° secolo ", dice il professor Latif.

Le variazioni della NAO sono legate alle variazioni delle SST e quindi ai cambiamenti del sistema della Corrente del Golfo, che trasporta il calore dai tropici a latitudini settentrionali attraverso le acque superficiali dell'Atlantico, e poi fa tornare l'acqua fredda in profondità verso sud: un sistema attuale, e conosciuto come la Circolazione di Ribaltamento Atlantica Meridionale (AMOC) . "La Corrente del Golfo è probabilmente la migliore parte conosciuta di questo sistema, ma questo include anche la sua continuazione nella regione artica e il ritorno del sud (di acqua fredda) a una profondità di diversi chilometri", spiega il professor Richard Greatbatch, uno dei co-autori dello studio.

AMOC

Il fattore chiave variante guida di questa "circolazione di rovesciamento" consiste in quanto calore l'Atlantico del Nord rilascia in atmosfera durante l'inverno, che è strumentale al controllo delle NAO e alle condizioni meteorologiche in Europa e non solo. "L'accoppiamento della NAO (con l'AMOC) permette una ricostruzione attendibile delle correnti del Nord Atlantico tra gli anni 1900 e 2010 ", dice Latif.

E, poiché non vi è un forte accoppiamento o collegamento tra questi processi, le temperature della superficie del mare possono essere calcolate per gli anni futuri. "Il nostro modello ci dice che la fase con temperature piuttosto elevate (mare) superficie persisterà nel Nord Atlantico nel prossimo decennio, ma con un andamento leggermente negativo," dice il professor Latif. In altre parole, il Nord Atlantico è impostato per raffreddarsi leggermente nel prossimo decennio. Lo studio dimostra che la previsione decennale del clima nella regione del Nord Atlantico è possibile, in linea di principio.

Earth and Planetary Science Letters descrive i punti salienti dello studio come:

°La Temperatura superficiale del mare nel Nord Atlantico presenta un elevato potenziale di prevedibilità decadale.
°Pregiudizi sui Modelli ostacolano lo sfruttamento del potenziale decennale di prevedibilità.
°Un metodo innovativo è stato sviluppato per superare alcuni dei problemi di polarizzazione.
°La temperatura della superficie del mare nel Nord Atlantico rimarrà in caldo anomalo fino a circa il 2030, anche se diminuirà l'anomalia stessa.

Paolo Lui mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam