ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Scienze Scienze Astronomia L'UNIVERSO sta per cadere in un sonno eterno? Nuove Scoperte

Astronomia

L'UNIVERSO sta per cadere in un sonno eterno? Nuove Scoperte

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

E' stata mappata tutta l'energia generata all'interno di un determinato volume di spazio.

universoL'universo si scurisce e si affievolisce e l'energia emessa da esso è diminuita negli ultimi due miliardi di anni e mezzo!

A scoprirlo gli scienziati coinvolti nel progetto GAMA, Galaxy And Mass Assembly. Tutto scaturisce dal fatto che il numero di stelle appena formate è in costante diminuzione. I risultati delle ricercatori che hanno partecipato al progetto  GAMA sono stati  presentati mercoledì in occasione dell'assemblea generale annuale della International Astronomical Union a Honolulu, Hawaii.
Dove sono le nuove stelle?
Come ha spiegato il leader del team, il professore Simon Driver, della University of Western Australia, che dirige la grande squadra GAMA, questi risultati confermano quello visto in precedenza secondo cui la causa graduale dell'oscuramento dell'universo è dovuta al fatto che il numero di stelle di recente formazione è in costante diminuzione.
"Abbiamo usato telescopi spaziali e terrestri così tanto e  siamo stati in grado di misurare le emissioni di energia di oltre 200.000 galassie" ha detto il prof. Driver. 
Si è scoperto che il tasso di formazione di nuove stelle in gigantesche nubi di polveri e gas diminuisce ad una velocità tale che diminuisce anche la quantità totale di energia emessa dall'universo. Gli scienziati che sono coinvolti nel progetto GAMA intendono rendere i dati risultanti a disposizione di altri astronomi per fare ulteriori verifiche.

I dati dell'indagine rilasciati agli astronomi di tutto il mondo di oggi, includono misurazioni della produzione di energia di ogni galassia a 21 lunghezze d'onda, dai raggi ultravioletti al lontano infrarosso. Questo set di dati aiuterà gli scienziati a comprendere meglio i diversi tipi di galassie. Questo enorme progetto ha misurato il rendimento energetico di oltre 200.000 galassie e rappresenta la valutazione più completa della produzione di energia del vicino dell'Universo. I risultati confermano che l'energia prodotta in una sezione dell'Universo oggi è solo circa la metà di quella che era due miliardi di anni fa e si scopre che questa dissolvenza si sta verificando in tutte le lunghezze d'onda dal ultravioletti al lontano infrarosso. Gran parte della produzione di energia dell'Universo viene dalla fusione nucleare nelle stelle, quando la massa viene lentamente convertita in energia. Un'altra fonte importante è il disco molto caldo attorno ai buchi neri al centro delle galassie. Radiazione di lunghezza d'onda molto più a lungo vengono da enormi nuvole di polvere che irradiano l'energia dalle stelle al loro interno. "Ulteriore energia viene costantemente generata da stelle che è assorbita dalla polvere mentre viaggia attraverso la galassia ospite oppure fugge nello spazio intergalattico e viaggia fino a quando non colpisce qualcosa, come un'altra stella, un pianeta, o, molto raramente, un telescopio a specchio". Il fatto che l'Universo si sta lentamente dissolvendo è noto fin alla fine del 1990, ma questo lavoro dimostra che sta accadendo in tutte le lunghezze d'onda, dall'ultravioletto all'infrarosso, che rappresenta la valutazione più completa della produzione di energia del vicino dell'Universo.

Gli scienziati hanno assicurato che la possibile fine dell'universo è ancora molto distante ed è  troppo presto per prevedere quando essa si verificherà. "Il tasso di formazione di nuove stelle continuerà a scendere. Quindi ci aspettiamo che l'universo diventerà più scuro", ha detto il dottor Wilkins. Abbiamo tuttavia ancora in giro un centinaio di miliardi d'anni prima che le ultime stelle muoiano secondo gli scienziati.

universo

A.T.

 

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam