Sul nostro sito usiamo i cookies. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'uso.

   ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Meteo Italia Meteo Italia Archivi & Comparazioni Italia MILANO: le differenze climatiche tra il 2010 ed il 2011

Archivi & Comparazioni Italia

MILANO: le differenze climatiche tra il 2010 ed il 2011

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

2011 interoNel periodo in cui uno dei vocaboli più inflazionati è "Riscaldamento Globale" o "Global Warming" che dir si voglia, cerchiamo di analizzare l'andamento climatico dell'anno 2011 in confronto a quello del 2010 prendendo come spunto il capoluogo lombardo.

Non è certo sufficiente parlare del solo microclima milanese per poter arrivare a delle conclusioni generali, ma è tuttavia un buon esercizio che più o meno inquadra con elevata approssimazione la situazione vissuta dal Nord Italia.

Con l'ausilio dei numeri ( frutto di registrazioni continue dei valori di pressione, temperatura, umidità e precipitazioni rilevate da una semplice stazione meteorologica) è abbastanza chiaro come quello appena concluso sia stato un anno caldo e "asciutto" per il Settentrione.

 Di sicuro la cosa non sorprende dato che, anche se manca ancora l'ufficialità, il 2011 è stato addirittura il

  più caldo in Francia dal 1900 e uno dei più caldi anche per le Isole Britanniche.

Tornando alla nostra analisi numerica, basta leggere il dato relativo alla temperatura media del 2011 per convincersi di quanto sopra: 15,3 °C contro i 13,8 °C del 2010, ovvero ben 1,5 °C in più dato assai elevato).

Se parliamo invece dei millemetri di acqua precipitati salta all'occhio il pesante deficit pluviometrico con più di un terzo di acqua (pioggia e neve) in meno rispetto al 2010: 410 mm del 2011 contro i 684 mm del 2010.

Insomma, caldo e secco, un connubio davvero esplosivo per le nostre amate Alpi e per i loro ghiacciai che da tempo hanno perso la loro caratteristica peculiare, ovvero l'essere considerati "perenni".

Concludendo, l'anno 2011 sarà ricordato come l'anno delle altepressioni e degli eccessi (record di caldo ad aprile con più di 30 gradi in molte città della Pianura Padana e alluvioni devastanti ad Ottobre). Sembra un paradosso, ma i mesi più "freddi" e piovosi sono stati Giugno e Luglio.

Stiamo a vedere cosa ci riserverà il 2012 e se ci sarà un'inversione di tendenza rispetto ai primi 10 anni del 21esimo secolo, che hanno visto battere quasi esclusivamente record di caldo a livello planetario.

Davide Grimaldi

PS: Per i dati nel dettaglio vi rimando al sito www.meteotef.com nella sezione "Dati stazione meteo".

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam