ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Meteo estero Meteo estero Curiosità e particolarità meteorologiche Vista satellitare e non solo degli Stati Uniti avvolti in una coperta di neve

Curiosità e particolarità meteorologiche

Vista satellitare e non solo degli Stati Uniti avvolti in una coperta di neve

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Negli ultimi giorni, Buffalo è stata colpita da una bufera di neve veramente storica

William GoodBuffalo, la zona di New York , i Grandi Laghi stanno vivendo (Video) in questi giorni sotto il Lake Effect Snow. Almeno 8 i morti e numerosi incidenti.

Ma torniamo indietro di qualche settimana. Il 5 novembre 2014 il Super Tifone Nuri ha perso il suo "occhio" tipicamente a spirale per trasformarsi in un ciclone extratropicale con la sua tipica forma a virgola, mentre si avvicinava alle fresche acque del Mare di Bering.

Dopo aver subito un processo di rafforzamento rapido definito "Bombogenesi," il cui termine si riferisce allo sviluppo di un ciclone che, a sua volta, è di solito sinonimo di un sistema di bassa pressione. E' chiamato così a causa della rapidità con cui si sviluppa, che evoca esplosività e la potenza che di solito raggiunge una volta passato attraverso la fase di intensificazione.

Quello che è emerso è stato uno dei più intensi cicloni extratropicali mai registrati nel Pacifico settentrionale, una tempesta con una pressione minima centrale, che è precipitata a 924hPa. (Per confronto, il record negativo di tutti i tempi per un ciclone extratropicale è di 913 hPa).

Due settimane più tardi, gli effetti a valle del Superstorm nel Mare di Bering indugiano sotto forma di un enorme "Neve da Effetto Lago" che ha portato diversi metri di neve nelle comunità appena ad est del lago Erie. Il ciclone non ha causato direttamente l'evento neve a New York, ma ha posto le basi spingendo la corrente a getto in una forma insolita che ha inviato un impulso di aria artica fresca a sud nel centro degli Stati Uniti.

Sfc Fronts 20141118 1800-compressed

Durante la prima parte dell'inverno, i Grandi Laghi sono spesso più caldi dell'aria circostante. Quando l'aria artica irrompe sui bacini sollevando violentemente l'aria più calda, a contatto con la superficie si formano imponenti cumulonembi che vanno a scaricare intensi rovesci di neve, spesso a carattere temporalesco, lungo le coste sopravento e nell'immediato entroterra. Quindi aria artica che scorre lungo le acque ancora calde del Lago Erie e del lago Ontario sono stati i due ingredienti che hanno contribuito il 18 novembre alla formazione del fenomeno conosciuto come "Lake Effect Snow". Ci deve essere una bella grande differenza di temperatura tra il lago e l'aria (di solito circa 20-30 ° F).

NOAALAKE 

Basse temperature e maggiore altitudine significa che le nuvole non riescono a mantenere l'umidità e così spesso rilasciano tonnellate di umidità in forma di neve fresca.

William Good

Allecia Amendola -

nevebuffalo

nevebuffalo2

Il Visible Infrared Imaging Radiometer Suite (VIIRS), sul Suomi NPP, ha catturato questa visione delle nubi in movimento verso sud-est attraverso il lago Superiore e ad est attraverso gli altri laghi. Temperature più basse e maggiore altitudine hanno reso più difficile per le nuvole trattenere l'umidità. In questo caso, i venti occidentali si sono allineati perfettamente con l'asse longitudinale del lago Erie, quindi l'aria era in grado di raccogliere una straordinaria quantità di umidità. Secondo il National Weather Service, più di 60 pollici (152 centimetri) di neve sono scesi il 18 novembre e sono previsti ancora nei prossimi giorni.

greatlake

Catturata nello stesso momento come immagine naturale a colori (in alto), l'immagine a falsi colori (in basso).

greatlakes vi

Questa combinazione è utile per distinguere tra la neve a terra (rosa scuro), le nuvole di ghiaccio (rosa chiaro) e le nuvole di acqua (bianco). La terra nuda è verde.

In un'immagine ad infrarossi scattata dal NOAA di GOES-est o GOES-13 via satellite, il 18 novembre alle 12:30 UTC (07:30 EST), l'aria fredda negli Stati Uniti orientali e centrale appare come una coperta bianca, ma non è tutta neve. Anche se i 2/3  degli Stati Uniti orientali sembrano apparire ricoperti di neve, la coperta indica anche le nubi fredde.
"Decine di laghi dietro dighe nel sud-est degli USA spiccano come macchie scure in un paesaggio grigio", ha detto Dennis Chesters della NASA / NOAA di VA progetto della NASA Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland. 

Questa esplosione Artica porterà temperature fino a 20 gradi sotto la media dalla costa del Golfo, e verso nord, nel Nord-Est. 

NOAAUSA

 TerraMODIS-horz

SUOMI-horz

VIIRS DNB 374 1145 FOG 2014118 0654-compressed

 Ali Dorate

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam