ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Meteo estero Meteo estero Curiosità e particolarità meteorologiche Monti Picentini Occidentali: Dove il vento da Nord ti TRAVOLGE

Curiosità e particolarità meteorologiche

Monti Picentini Occidentali: Dove il vento da Nord ti TRAVOLGE

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Ecco uno freddo pomeriggio settembrino, dove la tramontana non lascia scampo!

mon solIl tardo pomeriggio (ore 17) del 22 settembre 2013 mi reco, come spesso faccio, tra i monti del settore occidentale dei Picentini. Dopo tanti giorni di tempo incerto e piovoso, né approfitto per rilassarmi nel parco Scalelle, attratto dal sole che finalmente bacia queste montagne.

Quel pomeriggio non avevo valutato che dell'aria fredda e secca da Nord-Est era penetrata sull'Italia sottoforma di fresche correnti di Tramontana. Mi era sfuggito che i freddi venti da Nord sono particolarmente insidiosi in questa zona montuosa. La vallata della Calvagnola (Calvanico) è meno ventosa rispetto ai paesi limitrofi, come ad esempio Mercato San Severino(SA) che in zona è soprannominata "a mamm ro vient". In realtà sono i venti da Sud che, paradossalmente, mostrano una certa difficoltà a entrare tra queste montagne. Il motivo è legato alla catena montuosa che separa Calvanico(SA) da Gaiano(SA). Si tratte di Montagne dall'altezza modesta (massimo 900m), ma molto compatte, con alle spalle i monti Stella, Bastiglia e Monna che danno filo da torcere alle correnti di Libeccio al suolo. Il termine Libeccio al suolo, non è casuale, infatti l'altezza modesta di queste montagne non ostacola di certo le umide correnti di Libeccio (in quota) che trasportano le grandi pioggie dal golfo di Salerno. Si sa che il settore montuoso tra il Pizzo San Michele e i monti Mai è tra i più piovosi d'Italia. La grande piovosità è legata proprio alle correnti umide di Libeccio che impattano e vengono bloccate dalle imponenti e maestose Serre del Torrione e dal monte Serrapiana, alle spalle di Calvanico(SA).piè calv Ecco le verdi montagne che separano Calvanico da Gaiano e impediscono ai miti venti da sud di entrare in valle. 

Le catene del Pizzo San Michele e dei monti Mai (a Nord di Calvanico) sono ricche di strette vallate che lasciano passare e RAFFORZANO i venti freddi da Nord. I venti al suolo si sa, seguono l'orografia. L'orografia di questo settore montuoso fa sì che non ci sia scampo per le fredde correnti da Nord-Est che si alternano, un po da tutti i quadranti, sotto forma di forti raffiche:

Da NORD-EST: la vallata del Faggeto si apre con direttrice Nord-Est_Sud-Ovest a separare i monti Mai dal Pizzo San Michele e è la responsabile delle forti raffiche (oltre 100Km/h) e delle bufere di neve che investono questi monti con incursioni fredde e umide da Nord-Est, in inverno (a dispetto di quanto avviene su altri settori della Campania occidentale).

Da NORD-OVEST: la stretta e ripida vallata che dalla località Carpegna scende fino in paese con direttrice Nord-Sud e separa il Pizzo dal Serrapiana è la responsabile delle raffiche da Nord-Ovest in caso di correnti da Nord. In questo caso l'intensità del vento è maggiore per un certo effetto di caduta.

Da OVEST_SUD-OVEST: I venti freddi da Nord raggirano il monte Serrapiana e dall'Irpinia si tuffano a Mercato San Severino. Questi venti rientrano a Fisciano(SA) con forti raffiche da Nord-Ovest e nella conca Calvanicese con forti raffiche da Ovest_Sud-Ovest

Da EST_SUD-EST: Il grande ostacolo orografico offerto dai monti Faiostello e Faragnito ai venti da Nord-Est, li costringe a investire soprattutto i settori a Sud di Calvanico (località Melito) sottoforma di freddi e forti venti da Est_ Sud-Est.

In conclusione il vento da Nord entra da tutti i Pori in questa conca! Se si prospettano scampagnate tra queste montagne e sono in atto irruzioni fredde da Nord-Est, meglio rimandare o cambiare meta (magari sui molto più riparati Monti Lattari). In inverno questo tipo di irruzzione da Nord-Est sono accompagnate, oltre che da temperature gelide e forti venti, anche da Bufere di neve. Ecco le verdi montagne che separano Calvanico(SA) da Gaiano(Sa) e che impediscono ai miti venti da sud di raggiungere questa vallata Ecco una veduta di questa zona montuosa da Baronissi(SA), si nota come la valle della calvagnola sia piena di neve. Al centro in basso si trova il versante fiscianese delle montagne (spoglie di neve) che separano la calda valle dell'Irno da queste fredde montagne.nev bar Ecco questa zona montuosa vista da Baronissi(SA). Si notino le montagne della conca sommerse di neve e sullo sf in basso al centro si noti il versante fiscianese dei monti (spogli di neve) che separano la conca della calvagnola dalla calda valle dell'Irno                                                                                                                                                  Pierapolo Gaudieri

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam