ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Didattica Didattica Didattica fenomeni & parametri atmosfericii Che cos'è un TLC?

Didattica fenomeni & parametri atmosferici

Che cos'è un TLC?

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Fenomeni molto frequenti anche sul Mediterraneo.

1274006111-uraganoNegli ultimi giorni termini come TLC o Medicane o uragano Mediterraneo hanno riempito i siti meteo e in molti ci avete chiesto di spiegare di che cosa si trattasse e quali effetti potesse portare; cerchiamo quindi di fare un po' di chiarezza su questi rari, ma affascinanti fenomeni meteo. 

Il nostro mar Mediterraneo in particolarissime situazioni bariche è in grado di formare delle gocce fredde molto insidiose, che approfondendosi sempre di più divengono cicloni di tipo tropicale e possono raggiungere l’intensità di veri e propri uragani. Queste violentissime perturbazioni sono poco estese e sono riconoscibili dal satellite poiché nel centro del fronte perturbato si forma il tipico occhio, in cui ruotano molto velocemente violentissimi temporali.

Anche in una normale goccia fredda si può riconoscere facilmente il minimo depressionario dove ruotano le nubi, ma l’occhio risulta molto più grande e per questo molto più debole. Raramente però, quando l’acqua del mare è ancora molto calda, con l’arrivo di aria fredda, si possono venire a creare le condizioni ideali per lo sviluppo di gocce fredde molto più profonde e violente, che prendono il nome di TLC, acronimo di Tropical Like Ciclones.

Come nella classificazione di uragani e tornado, anche qui è nata una scala e sono stati classificati tre tipi di TLC; “Mediterranean Tropical Depression,” “Mediterranean Tropical Storm” e “Medicane o Mediterranean Hurricane.” Un TLC viene catalogato “Mediterranean Tropical Depression,” quando la velocità del vento medio non supera i 63km/h (35 nodi). Nel “Mediterranean Tropical Storm” invece i venti soffiano tra i 64 e 111 km/h (35-62 nodi). Infine la tempesta più potente che può sfornare il nostro mare è il “Medicane” in cui i venti superano i 111 km/h e possono raggiungere i 140-150 km/h ( 77- 83 nodi).

Il Medicane è senza dubbio una tempesta devastante; oltre al vento che supera gli 80 nodi, le piogge possono portare accumuli di 400-500 mm in 24 ore; statisticamente si forma un Medicane ogni 3-4 anni, mentre i TLC più deboli si formano almeno una volta l’anno. Il più delle volte queste tempeste rimangono in mare e solo raramente investono in pieno le coste e le zone dell’interno.

Questa mattina il pericolo che si formi un TLC è tornato poco probabile, ma i modelli faticano notevolmente a prevedere queste rare tempeste, sarà bene perciò prestare attenzione ai prossimi aggiornamenti; anche senza il pericolo di un Tropical Like Ciclones, gli accumuli previsti per le prossime 48/72 ore rimangono elevatissime per diverse zone dell'Italia centrale.

1274006111-uragano

Alessio Pes mpi end

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam