ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Analisi Monitoraggio & Analisi modelli Monitoraggio ghiacci Un progetto "spaziale": con Grace sarà possibile studiare l'andamento dei ghiacci direttamente dallo Spazio e non solo! TUTTI I DETTAGLI!

Monitoraggio ghiacci

Un progetto "spaziale": con Grace sarà possibile studiare l'andamento dei ghiacci direttamente dallo Spazio e non solo! TUTTI I DETTAGLI!

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

2011L’ingente perdita di massa dei ghiacciai in Groenlandia potrà essere studiata direttamente dallo spazio. In occasione del decimo anniversario dei satelliti appartenenti al sistema GRACE (Gravity Recovery e Climate Experiment) , i ricercatori che ne fanno parte rivelano di essere in grado di produrre un'immagine nitida riguardante la distribuzione spaziale dei ghiacciai che si sciolgono. La prima stima choc derivante dalla ricerca è che durante il periodo compreso tra il 2002 e il 2011 è stata fusa fino a 240 miliardi di tonnellate di massa ghiacciata nei pressi della Groenlandia. Ciò corrisponde ad un aumento del livello del mare di circa 0,7 mm all'anno.

Queste sono dunque delle affermazioni derivanti dalle misurazioni ad alta precisione della “missione” GRACE, che grazie ai satelliti ha emesso un quadro ineguagliabile sulla precisione di gravità della terra. Questo si basa sulla legge di Newton: "Le modifiche della calotta glaciale della Groenlandia sono oggetto di studio in relazione alla loro massa sulla Terra ", spiega il Dr. Frank Flechtner dal Centro di ricerca tedesco per le geoscienze. "Le misure del campo di gravità GRACE riescono pertanto a fornirci delle informazioni sui cambiamenti di massa in relazione a quelli climatici".

Il 17 Marzo 2012, i due satelliti gemelli in orbita GRACE compiono esattamente 10 anni. Dagli scienziati sono stati chiamati rispettivamente “Tom” e “Jerry” in quanto si “inseguono” nella stessa orbita durante il loro lavoro.

GRACE è un progetto congiunto della NASA con l’agenzia spaziale degli Stati Uniti e il Centro Aerospaziale Tedesco (DLR). La “missione” è stata fondata nel 1996 e ne hanno preso parte l'Università del Texas ad Austin, il Centro per la Ricerca Spaziale (UTCSR) e il Jet Propulsion Laboratory . L'analisi scientifica dei dati raccolti viene svolta in maniera congiunta da enti come GFZ, e JPL UTCSR. Uno dei principali artefici è il Prof. Byron Tapley (UTSCR), Il suo braccio destro invece è il Dr. Frank Flechtner (GFZ). Grace-Nasa ha il riconoscimento di essere la prima organizzazione scientifica che non derivi solo dagli Stati Uniti ad aver creato e commissionato i satelliti citati poc’anzi.

L'obiettivo scientifico primario della “missione” satellitare GRACE è quello di misurare il campo gravitazionale della terra ed i suoi cambiamenti nel tempo su scala globale con una precisione senza precedenti. Se la Terra presentasse una forma dettagliatamente sferica, i due satelliti compierebbero un’orbita ellittica intorno al Pianeta. Ma è proprio la distribuzione non uniforme della massa a creare un errore e determinarne gli aspetti. "La loro analisi consente pertanto di ricavare la struttura irregolare di gravità della Terra," spiega il Dr. Frank Flechtner. "Ciò richiede che le orbite siano misurate dai satelliti con altissima precisione. Ciascuno dei due satelliti GRACE è pertanto dotato di un ricevitore GPS per il posizionamento al quale è stato aggiunto un accelerometro per la correzione delle forze di disturbo dovuti alla atmosfera residua.

Circa ogni 30 giorni, la coppia di satelliti ha raccolto dati sufficienti per una mappa completa globale e dettagliata. L'indagine mensile di gravità è almeno 100 volte più precisa di qualsiasi modello precedente e quindi degno oggetto di ricerca presso il GFZ.

Cosa sarà possibile grazie a questo studio:

Eseguire una quantificazione dell'aumento o della diminuzione del ghiaccio e della neve nelle aree polari o nei pressi dei grandi ghiacciai.

Avere una migliore stima riguardo l'andamento delle correnti oceaniche e quindi monitorare il trasporto di calore dall’Equatore ai Poli.

Emanare dei bollettini sulla separazione della massa (fusione del ghiaccio) o la temperatura (riscaldamento globale) in correlazione con il monitoraggio del livello del mare.

Queste sono infine delle immagini spettacolari riguardo alle mappe realizzate negli anni precedenti. E' proprio la forma a "patata" a caratterizzare questo studio che come abbiamo spiegato poc'anzi si basa sul monitoraggio delle masse presenti sul nostro Pianeta.

Immagine relativa al 1995, una delle prime stime della massa presente sulla Terra effettuata da GRACE.

1995

Queste invece sono si definiscono "anomalie gravitazionali" e l'immagine è relativa al 2005.

anomaliegravita2005

Questa invece è la mappa relativa al 2011, dove rispetto al lontano 1995 si evince un miglioramento spiccato della qualità visiva dello studio, come allo stesso tempo si nota la famosa "Terra a Patata" sulla quale tutti ormai confidano per eseguire monitoraggi molto importanti riguardo il nostro clima.

2011

Brando Trionfera new mpi end





 

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam