ultime dallitalia h 75   ultime dal mondo h 75   extreme weather h75

    analisi-modelli h 75  Scienze-h-75  Terremoti-h-75

Back Sei qui: Homepage Analisi Monitoraggio & Analisi modelli Monitoraggio eventi meteo Violenta ondata di MALTEMPO fra Portogallo e Marocco, rischio di ALLUVIONI e potenti mareggiate

Monitoraggio eventi meteo

Violenta ondata di MALTEMPO fra Portogallo e Marocco, rischio di ALLUVIONI e potenti mareggiate

banner-all-articles-top-defin-02-720x81-px

Violenta ondata di maltempo fra Portogallo e Marocco

Rtavn301L’affondo fino all’atlantico portoghese di un profondissimo ciclone extratropicale, con un minimo barico al suolo pronto a scendere sotto i 975 hpa, apporterà una forte ondata di maltempo che rischia di causare ingenti disagi, e purtroppo anche danni, fra Portogallo, Spagna e soprattutto lungo le coste del Marocco.

Nel corso delle prossime ore il profondo ciclone extratropicale atlantico, ridossandosi al bordo orientale dell’anticiclone delle Azzorre, che tenterà di ricompattarsi in pieno Atlantico, inizierà a scivolare verso sud-sud/est, avvicinandosi pericolosamente alle coste del Portogallo e del Marocco, con un profondo e vasto sistema depressionario, a cui si assocerà nei bassi strati pure un intenso sistema frontale che proprio domani raggiungerà il Marocco, apportando forti piogge, rovesci diffusi e temporali, che rischiano di produrre anche eventuali “flash floods” lungo le zone pedemontane dell’Atlante meridionale e dei rilievi dell’Antiatlante.

Rtavn4214

Il vortice depressionario, inoltre, verrà supportato, lungo il suo bordo più occidentale, dallo scivolamento del ramo principale del “getto polare” in alta quota, che presenterà un vistoso “Jet Streak” (massimi di velocità del “getto polare”), che imprimerà una notevole vorticità positiva, favorendo a sua volta un ulteriore infittimento delle isobare e il conseguente rafforzamento del “gradiente barico orizzontale” fra l’Atlantico portoghese e il tratto antistante le coste del Marocco. Proprio a partire dal pomeriggio di domani il maltempo picchierà duro non solo sulle coste portoghese e sulla Spagna occidentale, ma soprattutto sulle coste del Marocco e le isole Canarie, che verranno interessate da venti di burrasca molto intensi, da O-NO e NO, capaci di lambire punte di oltre gli 70-80 km/h lungo le coste centro-meridionali del Marocco.

Rtavn424

Dopo il transito del fronte freddo le isole delle Canarie, Madeira e le coste marocchine cominceranno ad essere spazzate da venti molto forti, da O-NO e NO, che convoglieranno masse d’aria fredde e molto umide, e per questo fortemente instabili, pronte a far sprofondare i valori termici, anche di -7°C -8°C in poche ore.

L’afflusso dell’aria fredda, pompata da questo immenso ciclone extratropicale, accenderà una intensa attività convettiva lungo tutto l’Atlantico portoghese, favorendo la formazione di varie “Cellule temporalesche” e “Clusters” nel tratto di oceano antistante le coste del Marocco e lo Stretto di Gibilterra. Alcune di queste “Cellule temporalesche”, investiranno le varie isole delle Canarie, per poi proseguire alla volta delle coste atlantiche marocchine, che verranno bersagliate dai vari nuclei temporaleschi che si rigenereranno lungo il settore freddo post-frontale. Purtroppo le autorità marittime marocchine dovranno fare molta attenzione anche alle furiose mareggiate attese sulle coste del paese nord-africano.

IMG 92501-600x335

Difatti da domani il Marocco rischia di vedere una delle mareggiate più potenti degli ultimi anni, visto la presenza di un "Fetch" piuttosto vasto, che dalla punta meridionale della Groenlandia si estenderà alle Canarie. Questi forti venti di burrasca, prevalentemente da O-NO e NO, spazzando l’intero Atlantico portoghese, agiteranno per bene questo pezzo di oceano, creando onde di “mare vivo” alte fino a più di 4.0-5.0 metri, ma con “Run-Up” di ben 6.0-7.0 metri ad ovest delle coste dell’Algarve e del Marocco. Le onde impatteranno soprattutto sulla costa fra Agadir e il Western Sahara, e raggiungeranno anche i 7 metri di altezza, causando notevoli danni nei tratti particolarmente esposti.

L’infittimento del “gradiente barico orizzontale”, prodotto dall’affondo della profonda circolazione ciclonica a largo dell’Algarve, attiverà anche forti venti da SO e O-SO, con raffiche fino a 70 km/h, che dal Marocco si spingeranno fino all’entroterra desertico algerino. Spostandoci sull’entroterra desertico algerino questi intensi venti sud-occidentali origineranno delle tempeste di polvere e di sabbia che si espanderanno su buona parte del Sahara algerino.

Daniele Ingemi

Meteo Portale Italia © Riproduzione riservata

Homepage   Chi siamo   Info-Contatti-Archivio   Lavora con noi   Privacy e Cookies   Note legali

Seguici anche su

facebook-logo ter Twitter-icon-60-pz google-plus-logo 3 linkedin 60 px  youtube 60px rss icon 60x60

Logo-MPI-fine-articolo-JPG

Meteo Portale Italia - MALU s.r.l. - C.F. e P.IVA 08683291002

Copyright © 2011-2015 Meteo Portale Italia. Tutti i diritti riservati.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Webcam multi tipo

citta

traffico

montagne

italia-montagne

italia-montagne2

spiagge

cielo

animali

luoghi-tipici

radio-e-tv

scientifiche

sport-e-eventi

laghi fiumi parchi

video-da-webcam